Tuesday, 11 May 2010

Quasi-filetto al Whisky con profumo di Sigaro


Vi ho già parlato in precedenza di uno spettacolare tea comprato a Parigi da Mariage Frères, ma non vi ho ancora parlato di un altro tea comprato sempre lì, e di cui mi sono totalmente innamorata: il Thé Rouge Bourbon.

Ora, cosa aspettarsi da un tea con un nome simile?


Come ho già detto tempo fa, il bello di questi negozi, oltre alla incredibile varietà e particolarità dei loro prodotti, è che hai appunto la possibilità di toccare con mano le diverse varietà di tea, di annusare, guardare la forma, il colore, etc.
E quando mi è capitato in mano il sample del Bourbon non ho avuto dubbi, il suo profumo mi ha fatto urlare (sottovoce): LO VOGLIO!




Perché lo volevo?
Perché mi ricordava un odore buono, come di sigaro cubano o di tabacco da pipa, ma ancora non lo avevo capito fino in fondo. Non me ne ero resa conto.
Ero in modalità primitiva: buono odore-me compra.
Credo infatti che, sul momento, i miei neuroni afferenti avessero deciso di farmi uno scherzetto consegnando il messaggio non in diretta, ma piuttosto, in differita.
Ero anche confusa dal fatto che avevo annusato altri tea prima di questo, perché davvero ricordo solo di aver avuto questa reazione "Lo voglio!"  ma non avevo urlato "Ommmiodddioooooo sa di sigaro, ne voglio un kg!!!"
Perché questa sarebbe stata la mia vera reazione.
Ha un odore ed un sapore spettacolare, se piace l'odore ed il gusto del sigaro, of course.



Ovviamente, non mi riferisco al sigaro toscano che, con tutto rispetto, puzza di carogna sudata nel bosco.
Mi riferisco al sigaro cubano, quello che ha un odore e sapore leggermente speziato.
Sì, perché il sigaro prima di essere tagliato ed acceso, va assolutamente "assaggiato".
Mi riferisco, più che altro, ai sigari del mio cuore, che sono due:
"RomeoY Julieta Cedros De Luxe n.3" e "Montecristo Nr 1".

Un altro tabacco che mi fa impazzire è quello della pipa. Adoro le pipe, e per il momento ne posseggo solo due.
Diciamo che l'odore di certi tabacchi da pipa si avvicina molto al profumo di cui sto parlando.

Detto questo, non ho il vizio del fumo.
(eh non si può mica essere perfetti!) :P

Ma torniamo al Bourbon itself.
Il Bourbon, come ben sappiamo, è un whiskey.
Un whiskey, e non un whisky.
La differenza fra i due è che quando si parla di whisky ci si riferisce ad un distillato Scozzese o Canadese, mentre se il distillato è Irlandese (o proviene dagli Stati Uniti) allora avremo a che fare con un whiskey.
Il Bourbon viene dal Kentucky ed è un tipo di whiskey aromatizzato che si sposa splendidamente col gusto di alcuni trinciati dolci da pipa.
Tanto che esistono addirittura dei tabacchi aromatizzati al Bourbon.
Fra l'altro, se volete bene alla vostra pipa, immergete lo scovolino nel whisky prima di pulirla, vi ringrazierà.
Io la mie le tratto a whisky e miele.

Come vedete, alla fine tutto segue un filo perfettamente "odoro-logico": un tea rooibos che ha gli odori ed i sapori vellutati del Bourbon e della vaniglia, e che a loro volta, ricordano quelli di un sigaro cubano o di un trinciato da pipa.
Un tea che non solo è perfetto da bere stravaccati sul  letto, mentre si legge il proprio libro preferito, ma è stupendo anche in cucina!


Ingredienti:

- Filetto di manzo (o manzo tagliato in fettine spesse)
- 1 scalogno
- 1 cipolla
- Olio EVO
- mezzo cucchiaino di tea Bourbon ridotto in polvere
- 1 cucchiaino abbondante di miele
- Whisky Scozzese


In un mortaio riducete in polvere mezzo cucchiaino di tea Bourbon e lasciatelo da parte.
Tagliate lo scalogno e la cipolla ad anelli, e saltateli con un po' di olio d'oliva.
Aggiungete il filetto e un po' di whisky (andate ad occhio, io lo verso direttamente dalla bottiglia)
Aggiungete il cucchiaino di miele e la polvere di Bourbon.
Cucinate il tutto in maniera veloce, se volete mantenere il filetto al sangue, e servite ben caldo.


Infine, siccome un sigaro non si fuma mai in tutta fretta, lo stesso andrebbe fatto con questo filetto.

Buon appetito!

12 comments:

  1. Apprezzo (anch'io da non-tabagista) e concordo su tutto. Tranne sul toscano, ma per puro sentimentalismo nei confronti di una storia di imprinting d'infanzia, non sulla sostanza della tua definizione di carogna sudata...

    ReplyDelete
  2. Beh i ricordi sono sacri ;-)
    Credo che l'olfatto sia una vera e propria macchina del tempo.

    E poi, in fondo in fondo, anche il Toscano potrebbe essere legato a questo discorso.
    Il Bourbon è del Kentucky, ed il Toscano nasce proprio da una partita di tabacco Kentucky!
    La storia è questa: a Firenze, verso la fine del '700, una partita di tabacco Kentucky rimase all'aperto durante una serie di piogge violentissime. Il tabacco prese tanta di quell'acqua da inzupparsi completamente.
    La partita era praticamente rovinata, le foglie infatti fermentarono e presero un cattivo odore, talmente cattivo che pensarono fosse il caso di buttare via tutto.
    Però qualcuno ebbe la brillante idea di fare asciugare le foglie sotto al sole, e di arrotolarle per farci dei sigari da vendere a poco prezzo.
    Andarono a ruba!
    E così, il gorgonzola dei sigari è arrivato fino a noi, e fino alle nostre narici :-)

    Eppure una volta un Toscano lo devo provare.
    Se non altro per cancellare il ricordo di un mio professore che me lo fumò in faccia per più di un'ora durante un esame!

    ReplyDelete
  3. I'd like to try your recipe! (what a surprise, hey? :D).

    I've never been a big fan of rooibos tea, but I have to admit this one smells better. I'll have to confirm my first good impression with some tastings of both versions, solid and liquid. All in the name of culinary science, of course...

    And you know my attraction for cigars and pipes, so this post could only make me even more curious ;) We'll have to ask Roberto some tips next summer!

    ReplyDelete
  4. sei veramente una super esperta! mi piace moltissimo sentir raccontare i perchè e i percome di cose o nomi o sostanze o qualunque altro argomento. Perciò grazie delle spiegazioni. Non enttro nel merito dell'odore dei Toscani, ma ricordo con piacere l'aroma di cubano , rimasto nei miei ricordi dal viaggio a cuba, 1000 anni fa. Mi piace anche l'idea della ricetta.. non ho l'ingrediente principale, al momento, ma ...mai dire mai!
    bacio

    ReplyDelete
  5. @ Zeb: oh yes? I wasn't sure about, cause I know you're not crazy about rooibos, but I always trust something that has a dutch name (well afrikaans, to be precise) especially if it smell so good :P
    Oh right, for sure! I know you want to try both versions in the name of the the science.
    (science should thanks us, we do a lot for it! :P)

    True about Roberto and his tobacco for the pipe, we have to steal his secret tobacco!
    It smells too good. I know there is a part with roses in the mix he does, but it's the only thing I remember...

    @ Daniela: grazie a te! Mi fa davvero piacere sapere che tu abbia trovato l'argomento interessante :-)
    A Cuba non ci sono mai stata, immagino debba essere stata una bella esperienza, anche dal punto di vista olfattivo!
    Per quel che riguarda l'ingrediente principale...esatto, mai dire mai! ;-)

    ReplyDelete
  6. Muscaria like Hemingway, wow!
    Muscaria decisamente intenditrice di distillati di cereali altro che "Michele"!
    Se punti alla statua di platino...qui stiamo gettando realmente le basi! ehehehhe
    Complimenti per la conoscenza e la condivisione :))
    Il filetto è da ripetere magari appena trovo un tè decente ;)

    ReplyDelete
  7. Sai una cosa, mia cara Muscaria? E' sempre un piacere leggerti.

    un abbraccio, Antonia

    ReplyDelete
  8. @ Gambetto: ommiodddiooo Michele l'intenditore!!!! :-DDDDDD
    Grazie per avermelo ricordato ahahhahahahah, ora lo so che andrò a sondare in lungo e in largo you tube alla ricerca del video, mannaggiaaaaa!
    E grazie per quello che hai scritto ;-)
    Oh e per il tea, mi chiedevo se mischiando del Rooibos con un po' di vaniglia potresti ottenere un effetto almeno un po' simile...
    Il Rooibos credo non sia complicato trovarlo in Italia, o sbaglio?

    @ Antonia: ti ringrazio tantissimo! Per me è sempre un piacere averti qui :-)

    ReplyDelete
  9. Non ne ho idea vista la mia totale ignoranza in merito...ma mica vogliamo replicare la ricerca matta&disperata stile "Les Italiens"...ti prego noooooo!!! :PPP ehehehehehe

    ReplyDelete
  10. Ahahahahahah paura eh? :-DDD
    No, in realtà avevo optato per questa soluzione perché mi è sembrato di capire che in Italia si trovi abbastanza facilmente, anche nelle erboristerie, e anche perché il rooibos non è un tea normale.
    Intendo dire che dal punto di vista della "foglia" c'è una notevole differenza rispetto agli altri tea. Non so se dalla foto si capisce ma non ha le classiche foglie, sono piuttosto degli aghetti, e si prestano bene ad essere ridotti in polvere.
    Comunque penso che alla fine anche un altro tipo di tea possa andare più che bene ;-)
    Per esempio un tea alla vaniglia, che con l'ausilio del whisky potrebbe dare grosse soddisfazioni!

    AHAHAHAAH sto ancora ridendo per la questione Les Italiens :-DDDD

    ReplyDelete
  11. Incredibile, hai fatto venire voglia pure a me che detesto qualsiasi puzza che arrivi da sigarette, sigari, pipe e qualsiasi sopraspece meno legale.

    ReplyDelete
  12. Great!
    Tu sei anche avvantaggiata, da Mariage Frères ci puoi andare quando vuoi :-D

    PS: e nel caso non ti piacesse ricordati che puoi sempre tirarmi il pacchetto del tea in testa :P

    ReplyDelete