Saturday, 17 November 2012

Starbucks Doppelganger: Pumpking Syrup and Pumpkin Spice Latte (homemade)

Foto Starbucks
Un modo un po' diverso per utilizzare la zucca, ma SOPRATTUTTO, una vera e propria droga autunnale alla quale non si può proprio rinunciare. E se lo dico io, che non impazzisco sempre e comunque per la zucca, potete davvero fidarvi.

Starbucks in Italia non c'è, lo sappiamo tutti.
Negli Starbucks sparsi nel mondo, invece, la gente si strappa i capelli per riuscire ad avere una tazza di questa meraviglia. A causa della forte richiesta, infatti, il Pumpkin Spice Latte è andato addirittura sold out. Nel senso che sono rimasti spiazzati, e senza materia prima. 
E' addirittura uscita la versione Pumpkin Spice Via  (ovvero le bustine con lo sciroppo pronto all'uso) che, né io né Zeb, abbiamo mai avuto la fortuna di incontrare.
Anche perché, credo, ci avrebbero trovato per le strade londinesi e parigine a succhiare la suddetta bustina a mo' di metadone.

Non è il primo anno che Starbucks propone questo latte, e mi sembra di aver capito che qualche autunno lo abbia pure saltato, soprattutto negli Stati Uniti dove sicuramente il PSL esiste da molto più tempo. Non so dirvi niente di più  preciso per quanto riguarda il "resto del mondo", ma mi pare chiaro che quest'anno, a qualsiasi latitudine, il grado di astinenza abbia superato ogni limite.

La verità è che come iniziano a cadere le foglie, e le strade si tingono di giallo e arancione, il Pumpking Spice Latte inizia a marterllarti nel cervello. Oh sì che lo fa, soprattutto se fuori fa freddo. E non ti lascerà in pace finché non ti fionderai nel primo Starbucks incontrato per strada!
A quel punto entri, ordini la tua sostanza stupefacente, ti siedi su una delle loro poltrone di pelle o di velluto, e te lo godi spaparanzato mentre lavori, alterni un tweet ad un altro, chiacchieri col vicino di poltrona, riguardi le foto appena scattate, sogni ad occhi aperti, scrivi, disegni, o cerchi di non addormentarti.
Oppure, seduto al tuo tavolino col tuo lindo pc e col muso sporco di crema.
Ma è una goduria anche berlo per strada quando fuori fa freddo: ti scalda le mani, il cuore, e pure il cervello.
E, a seconda di quante volte hai intenzione di berlo, può scaldarti anche il portafoglio.

Il fatto è che le droghe costano care se assunte tutti i giorni, e non sempre sono di facile reperibilità. Per questo esistono i pusher... so, here I am!

Piccolo tutorial per futuri dipendenti da Sostanze Pumpkinficanti:

a) Per preparare il PSL dovrete necessariamente avere a portata di mano il Pumpkin Syrup.
Qui di seguito troverete, sia la ricetta dello sciroppo, che le istruzioni per preparare il PSL.
Vi servirà anche un attrezzo per preparare il cappuccino, io ho questo (e non lo cambierei per niente al mondo! E' il migliore in assoluto) ma se non possedete il magico pentolino Frabosk e avete altri modi per ottenere la schiuma, andranno bene anche quelli.

b) Il mio è stato un esperimento riuscito alla prima, andando ad istinto e con dosi dettate dalla ragione (che poi è quello che faccio tutte le volte in cui mangio, in un ristorante o per strada, qualcosa che mi è piaciuto. Faccio lavoro di investigazione papillare per poi, per tentativi ed errori, poterlo replicare una volta tornata a casa) perché poi, fra l'averlo bevuto più di una volta e aver dato un'occhiata agli ingredienti, la cosa è molto semplice: il problema semmai sono sempre le dosi, ma a mio parere ci ho preso in pieno.
Ho anche aggiunto qualcosa di mio.
Ne ho preparato una dose piccola da consumare in pochi giorni, anche perché non contenendo conservanti non so per quanto tempo possa essere veramente considerato "sano" utilizzarlo. Io di solito quando faccio queste cose, per sicurezza, non vado più in là della settimana, anche se molte preparazioni simili pare possano durare dai dieci giorni ad un mese.

Altra cosa da dire è: se non vi piace la zucca non fatevi condizionare. Questo latte potrebbe piacervi da impazzire ugualmente. Ad una degustazione "cieca" non so quante persone potrebbero dire di sentire il sapore della zucca, il fatto è che è un mix di sapori che si sposano perfettamente fra loro.

Ma bando alle ciance e passiamo allo sciroppo!

PUMPKIN SYRUP:

 - 80 grammi di Zucca (ma potete metterne anche di più)
- 110 ml di Acqua
- 100 di Zucchero (di cui 50 gr vanigliato, fatto in casa)
- Noce Moscata (mezzo cucchiaino scarso)
- 3 Chiodi di garofano
- 1 Cucchiaino di Zenzero in polvere
- 2 piccole stecche di Cannella
- 1 cucchiaino scarso di Cannella in polvere
- 1/4 di stecca di Vaniglia


NOTE:

a)  La cannella non appare nella lista degli ingredienti di Starbucks ma è un ingrediente che solitamente puoi aggiungere quando ti danno il latte. Io nel PSL non l'ho mai aggiunta, credo. A dire il vero non so perché ma, nel momento in cui mi sono trovata a preparare lo sciroppo, sono partita in automatico ed ho dato per scontato che ci fosse la cannella, comunque scelta azzeccata (diciamo che mi è andata di culo!) perché il sapore è veramente simile all'originale.

 b) Solitamente negli sciroppi tendo ad utilizzare un pari peso di acqua e zucchero, qui ho messo un dieci ml in più di acqua perché non sapevo come avrebbe reagito il tutto una volta aggiunta la zucca, così mi sono tenuta leggermente "larga" per evitare di ottenere una sorta di sostanza troppo "rigidamente caramellosa", poco malleabile, ma soprattutto impossibile da filtrare.
In verità la prossima volta opterei per pari peso di acqua e zucchero, perché l'aggiunta della zucca non ha creato nessun problema.
c) Anche lo zucchero vanigliato non fa parte (probabilmente) della ricetta originale. Ma questo non lo sappiamo, perché non abbiamo la ricetta ufficiale.
Io comunque di solito tengo sempre un barattolo di zucchero con dentro delle stecche ad insaporirlo, per cui ho usato anche quello.

d) Per quanto riguarda la noce moscata, non esagerate mai nelle dosi. Ricordate sempre che in quantità sbagliate è altamente tossica.

Ora che sapete tutto quel che c'è da sapere, sbucciate questa benedetta zucca, tagliatela a dadi grossolani e fatela bollire! Una volta cotta, scolatela, e con una forchetta schiacciatela fino a ridurla in una sorta di purea.
Mettetela da parte.

Mettete sul fuoco un pentolino con dentro acqua, zucchero, ed il pezzo di vaniglia.
A fuoco medio-basso, mescolate il tutto, finché lo zucchero si sarà sciolto.
A questo punto potete aggiungere le spezie, mescolate per qualche secondo, ed aggiungete la zucca.

Da questo punto in poi penso che dipenda un po' dalla vostra cucina, io indicativamente ho continuato a mescolare il tutto per 12-15 minuti, finché il tutto si è ridotto di quasi la metà.

Una volta pronto, scolate filtrate il preparato con l'aiuto di un colino, e travasate in una bottiglietta o barattolo sterilizzato.
Lasciate raffreddare, e mettete in frigo.



PUMPKIN SPICE LATTE:

-  Latte (per me di soia, putroppo!)
-  Caffè (espresso ovviamente, non le ciofeche annacquate)
-  Sciroppo di zucca (oh yeah!)
-  Panna montata


Mettete qualche cucchiaiata di sciroppo nella vostra tazza (non vi dico una, due, tre, perché dipende dalla grandezza della tazza e dai vostri gusti)

Preparate la schiuma di latte e versatene un pochino sullo sciroppo.
Mescolate col cucchiano.
Aggiungete il caffé (dosi a vostra discrezione, a seconda dei gusti) e versate il resto del latte con la schiuma.
Ricoprite il tutto con panna montata.
A questo punto potete spolverizzare con cannella, o far gocciolare con movimento a spirale un po' di sciroppo.

Io ho dovuto rinunciare alla panna, ma mi sono comunque leccata i baffi!


Utilizzo alternativo dello sciroppo: 

1) L'ho usato per annaffiare un budino alla vaniglia ed il giudizio è: mai più senza!!! E' buonissimo.
2) Potete usarlo tranquillamente in una semplice tazza di latte caldo, ma anche in una tazza di tea.
3) Sono curiosa di provarlo su una fetta di torta, di quelle semplici.
4) Potrebbe diventare un ingrediente per preparare torte, biscotti, muffin, ed altri compagni di merenda.

Sicuramente si può utilizzare in molti modi, bisogna solo provare.
 
Concludendo: non dico che Hofmann avrebbe rinunciato a sintetizzare l'LSD in favore del PSL (che sembra quasi che stiamo parlando di politica!) però, secondo me, un pensierino ce lo avrebbe fatto...

33 comments:

  1. MA tu sei un genio della scienza!!!!Cioè io quando sono in viaggio fuori dall'Italia e trovo uno Starbuck mi ci fiondo come Speedy Gonzales segue le scie e l'aroma del formaggio...però ahimè (ecchaccahiochesfig....ducia!! non ci sono mai capitata in autunno :-( ) ....la provo questa e la metto anche nella mia Starbuck mug :D ..... dimmi una cosa (perchè io compro zuccone e mi ci preparo il purè che congelo) , ma secondo te se la zucca invece che bollita è stata infornata (per eliminare un po' i liquidi) va bene lo stesso??? Buon weekend..e ti prego fallo per me fiondati di corsa in uno Starbuck ....oggi, al massimo domani..ma fallo per me ....bacioni, Flavia

    ReplyDelete
  2. @ Flavia: mi ero posta la stessa domanda anche io ma poi ho optato per la bollitura perché credo che renda meglio. Avendo appunto più liquidi, produce anche una sorta di "succo" che forse quella al forno non riesce a dare perché troppo asciutta.
    Difatti, durante la cottura dello sciroppo, noterai che parte della zucca si scioglie proprio.
    Però mai dire mai, bisognerebbe proprio provare!

    Per il resto, preparati, perché ora ci saranno i gusti natalizi e non mi sfuggiranno! :-P

    ReplyDelete
  3. AH però!!! Qui in Arabia Starbucks c'è quindi non vado in crisi di astinenza...nonostante il clima anche qui arriva il Pumpkin spice latte ;-)

    Sei un genio!

    ReplyDelete
  4. Non appena riesco a trovare 10 minuti vengo a copiare...mi ispira e come questa tazza golosa!!! ;)

    ReplyDelete
  5. Ok, letto tutto e...copiato, oggi lo preparo!!
    Poi ti faccio sapere! ;)

    ReplyDelete
  6. IO CEL'HOOOOOOOOO...IL FRABOSK e l'ho usato impunemente per anni fino a quando non ho realizzato che il latte mi provoca effetti terrificanti trasformandomi in uno Zeppelin per l'intera giornata. Però hai ragione, è portentoso. Io ho quello per 1 ma è il migliore perché puoi fare una schiuma di latte fantastica senza bisogno di farti venire un braccio come uno scaricatore. Però sei crudele, la visione di quella tazza con panna speziata mi ha provocato uno sconturbo....tu non puoi fare così, non puoiiii....Devo provare per forza!
    NOn mi andare in overdose please. Ti voglio ritrovare lunedì sul pezzo! Bacione, Pat

    ReplyDelete
  7. tra poco più di 10 giorni sarò seduta allo starbucks sulla rambla a far colazione, se trovo le bustine te le spedisco!
    Baci!

    ReplyDelete
  8. OK, so now I have a PSL craving, but since I'm too lazy to go outside (and there is no Starbucks "around the corner"), I'm gonna stay like a junkie all day, AAAAAH! :P
    At the first occasion we have, we'll order one (every dayyyy!), and of course I want to taste the Musca-cialtro-homemade version :D (all in the name of science, *of course ;)*)

    Now, if you don't mind, I'll go caress one of my Starbucks mug and whisper "pumpkin spice latte" over and over again, staring blankly at my monitor, rocking back and forth on my chair :D)
    PUUUUUMPKIIIIIINNN! %-P

    ReplyDelete
  9. ce l'ho anche io quel magico attrezzino, dovrei usarlo più spesso se il risultato è questo! Soffice, meravigliosa schiuma, mi hai fatto voglia di latte a quest'ora....Buona domenica!

    ReplyDelete
  10. Premetto che non posso andare da Starbucks,perche' essendo,at heart,una vecchia hippie con furry legs e a whiff of the old incense,non faccio parte dei loro demographics..
    Pero' adesso un pumpkin spice latte nella comodita' del mio boudoir non me lo toglie nessuno! Expensive jewels n'kisses,xxx.

    ReplyDelete
  11. This comment has been removed by the author.

    ReplyDelete
  12. @ Araba: ora ti immagino seduta fra le dune mentre sorseggi il PSL, con cammelli e ferrari di colori improponibili a far da cornice al tutto :-P

    @ Loredana: spero che ti piaccia, o che ti sia piaciuto ;-)
    Se invece devo nascondermi per non farmi trovare da te, dammi cinque minuti di vantaggio per iniziare a correre!

    ReplyDelete
  13. @ Patty: se ti può essere utile, io che sono costretta ad usare il latte di soia (che mi fa schifo!) uso l'Alpro che è praticamente l'unico latte che riesce quasi a darmi l'illusione di bere latte vero (con fantasia, è vero, ma almeno è più simile al latte e non sa di sciacquatura di fagiolo!)
    Io ho il Frabosk grande, perché ci butto dentro tutta la tazza di latte, e con la schiuma cresce tantissimo.
    Però mi sono sempre chiesta se anche il piccole potesse fare un bel lavoro, ora ho la risposta :-D

    @ Shamira: buone vacanze e...attendiamo il reportage da Barcellona! Thanks ;-)

    ReplyDelete
  14. This comment has been removed by the author.

    ReplyDelete
  15. @ Zeb: keep calm and pumpkin on! :-P

    @ Chiara: oh sì, il risultato è questo! Adoro il mio magico attrezzino ;-)

    @ Edith: ahahahahah furry legs makes me think of this! :-D
    http://www.youtube.com/watch?v=sQ23_adKN48

    Furry kisses!!! (Starbucks secondo me pagherebbe pur di averti fra i loro furry walls)

    ReplyDelete
  16. dico solo una cosa: LO SAPEVO, LO SAPEVO, LO SAPEVO.. che non dovevo passare di qui.
    ps esisterà lo Starbuck's della menopausa? oppure aspettano che lo apriamo noi? :-)

    ReplyDelete
  17. Anche io!!!
    Cosa tu dirai...anche io mi "drogo", poi sul cosa apriamo un dibattito, confrontiamoci, misceliamo le mie preferite con le tue, diamoci a rave di sostanze "stupefacenti per il palato" :D ahahahahah
    Allora...lo dico...ma di persona per paura di persone che possano menarmi (:P ehehheheh) lo negherei sempre...non sono mai andato da Starbucks pur avendolo avuto a disposizione per circa un annetto e mezzo a meno di 5 minuti a piedi...lo guardavo, ridevo di chi ci "viveva dentro" e tiravo dritto verso location più mediterranee...poi magari un giorno con un giubbino di proiettile indosso ti spiegherò anche la ragione di questa scelta...
    Adesso però la curiosità c'è..soprattutto per l'LSD e scusa il PSL...ok...mi hai convinto...esco dalla piscina di mozzarelle...metto il primo accappatoio di pura mortadella IGP e corrò a capire come posso riprodurlo!! :D ahahahahah

    ReplyDelete
  18. Bellissimo questo tutorial e uff..:-( sai che non l'ho mai assaggiato questo? io vado sempre per il classico FRAPPUCCINO :-)
    che nostalgia che mi hai fatto venire. per me starbooks è viaggiare.. there is no trip without a good-old-starbucks coffee^^

    ReplyDelete
  19. @ Ale: ma tu DEVI passare di qui, se no come facciamo e metter su lo Starbucks della Menopausa? :-P

    @ Gambetto: ahahahahahah secondo me, il giorno in cui ci racconteremo tutte queste cose di persona, ci arrestano in blocco per disturbo alla quiete pubblica (e anche perché entrambi indossiamo un giubbotto in kevlar!) :-DDDDD

    Se dovessi riprodurlo fammi sapere
    (Sempre per la questione fuga nel caso non dovesse piacerti!)


    ReplyDelete
  20. @ Vaty: se hai voglia di perdere qualche minuto per preparare lo sciroppo, ne vale la pena, credimi!
    So, you could have a starbucks moment, it's almost like a trip ;-)

    ReplyDelete
  21. Ciao Muscaria, ero passata a leggere questa meraviglia del mondo ma me ne sono andata come stordita. Ne ho immaginato il sapore e mi son detta: questa va fatta, dieta o non dieta, potrei iniziare ad assaggiarla col cucchiaino di Oldani? Almeno il danno sarebbe dimezzato.
    Scherzi a parte, ho rivisto questa bontà (con citazione al tuo blog) e ho deciso: la faccio, sarà l'unica droga che mi concederò ;-) Buon week.

    ReplyDelete
  22. Che bella questa ricetta e questo post. Complimenti! Peró c'è una cosa che vorrei capire prima di mettermi ai fornelli) cosa vuol dire che devo 'scolare' il preparato a un certo punto? Io credevo di ottenere un liquido... Devo mettetlo in un colino?...

    ReplyDelete
  23. @ Libera: scusa, mi sono accorta solo ora del commento! Sono stordita ^^
    Eh... assaggiarla col cucchiaino di Oldani sarebbe la cosa giusta!
    Fammi sapere se poi ti sei concessa questa droga e se ti è piaciuta ;-°

    @ Anonymous: perdonami, sono io che mi sono spiegata male, difatti ho corretto!
    Otterrai uno sciroppo da filtrare col colino perché la purea di zucca durante la cottura si scioglierà solo in parte, non otterrai immediatamente un composto liscio al 100%, anche se ad occhio puo' sembrarlo, per cui va filtrato. Ma è un'operazione che ti porterà via due secondi ;-)
    E quel che rimane nel colino è buonissimo!

    ReplyDelete
  24. Grazie per la precisazione. Domani mi procaccio il necessario e provo :)

    ReplyDelete
  25. @ Anonymous: se ti va, fammi sapere come è andata ;-)

    ReplyDelete
  26. Eccomi qui! Scirippo preparato e assaggiato col dito: una delizia. Dopo cena lo provo nel latt e ti dico!

    ReplyDelete
  27. È una meraviglia... :)) grande scoperta, grazie!

    ReplyDelete
  28. @ Anonymous: grazie a te per esser passata/o di qua :-)

    ReplyDelete
  29. Ovviamente con questa ricetta ti sei conquistata una nuova fan fedele :-D

    ReplyDelete
  30. @ Anonymous: ti ringrazio ;-)

    ReplyDelete
  31. ehi, grazie! mi sono accorta dei mille errori grammaticali che ho fatto, ma io passo tra i blog al mattino quando le belve ancora dormono e in tutta fretta! questa ricetta è un sogno, e io che adoro il cappuccino mi sono anche segnata l'attrezzo giusto! la macchinetta mi delude sempre! grazie, buona giornata...e ti seguo! Io ho appena fatto il pandoro alla zucca, tanto per capirci....

    ReplyDelete
  32. @ Aria: non ti preoccupare per gli errori, io scrivo di fretta e sono stordita a tutte le ore del giorno, per cui sei in buona compagnia :-D
    Il pandoro alla zucca!!! Grandioso.

    ReplyDelete
  33. guarda cosa ti ho trovato <3

    http://www.amazon.com/s/ref=nb_sb_ss_i_0_12?url=search-alias%3Dgrocery&field-keywords=starbucks%20pumpkin%20spice&sprefix=starbucks+pu%2Cgrocery%2C316&rh=i%3Agrocery%2Ck%3Astarbucks%20pumpkin%20spice

    le bustine in vendita <3

    ReplyDelete