Friday, 30 March 2012

Invita un GECO alla tua tavola: la Geco-Tecnologia al servizio dei formaggi Emmentaler Switzerland (con ricetta!)


Ogni buon prodotto nasce dalla qualità delle sue materie prime. Per questo alla Emmentaler Switzerland le mucche sono trattate con ogni riguardo: l’ultima trovata degli esperti dell’azienda casearia è quella di aver condotto una ricerca con il particolarissimo fine di ridurre, o meglio eliminare, le fonti principali di stress bovino. 


(La prossima volta in cui mi sento stressata mi ricopro di gechi!)


Pare che il formaggio sia così delicato da poterci fare addirittura il gelato. Non mi credete?

Ingredienti:

350 gr di zucchero velo
290 gr di panna fresca liquida
220 gr ricotta di vaccino
430 gr di latte
140 gr di emmentaler grattuggiato in modo grossolano
sale


Mettere nella gelatiera zucchero a velo, panna, ricotta e latte. A 3/4 del programma per gelato inserire una presa di sale e l'emmentaler grattuggiato e finire la lavorazione. Servire su una crema di fragole fresche e decorare con frutti di bosco.

No, sul serio, io in agosto posso tranquillamente tirar su un allevamento di gechi al completo.
Qualcuno di voi ha una mucca?


15 comments:

  1. Sai cosa ti dico??
    Questa ricetta è da provare assolutamente!
    Un bacione

    ReplyDelete
  2. First: relaxing the poor cows with geckos is great!! They are both such "simpatici" animals :D

    Second: dammit, I want to try this recipe too. No sorry... I don't want to "try the recipe", I want to eat the result! :)) After all, there are fruits, it's good for my body and my diet - no?? ¬ ¬

    ReplyDelete
  3. al parmigiano ne avevo sentito parlare ma all'Emmentaler finora no, grazie !Buon weekend...

    ReplyDelete
  4. Li per li ho pensato al tuo solito scherzo! Poi era troppo serio quell'omino li così orgoglioso della geco tecnology che ci ho dovuto credere. L'idea e' geniale e mi fa anche ridere...te lo immagini vedere le mucche sui pascoli a braccetto con i gechi? Che per altro son delle bestie gigantesche....qui da noi sono piccini e gialli e mi fanno di morto schifo. Una sere me ne e' entrato uno in camera e mi sono messa a saltare come un'idiota e alla fine ho dormito sul divano. Tu mi fai iniziare la giornata con un sorriso! Bacio gechina! Pat

    ReplyDelete
  5. hhahahaha è sempre molto "istruttivo" e divertente passare di qua. e la ricetta del gelato è una figata!! certo, ora, ogni volta che mi trovo davanti a un pezzo di emmenthal penso ai gechi e non è il massimo, comunque grazie per queste chicche :-)))

    ReplyDelete
  6. Non ho mucche ma vorrei dei gechi ugualmente. Questi deliziosi animaletti non mangiano solo le mosche ma soprattutto le zanzare.
    Il geco svizzero deve esser stato tirato su a mosconi. Quelli che vedo all'elba sono più piccoli e scurissimi

    ReplyDelete
  7. all'inizio credevo fosse uno scherzo poi l'ho vista in tv... comunque è divertente! andrà bene anche per le zanzare? (qua sono il problema principale...)

    ReplyDelete
  8. La mucca te la trovo io!!!
    Il gelato è da provare assolutamente!
    Sara

    ReplyDelete
  9. maledetta! il tempo di aprire a tua pagina e mi è partito il video con tanto di parlata francese... panico!!!!

    ReplyDelete
  10. beh, ci ho messo un po' a capire che l'omino era serio, perché ha una faccia da cartoon che a prenderlo sul serio bisogna impegnarsi un po'... ^^ (la ricetta me la segno che al parmigiano già lo faccio e voglio cambaire un po'!

    ReplyDelete
  11. L'accentoooooooooooooooo!!! Praticamente ho dovuto guardare il video due volte: la prima volta continuavo a decifrare l'accento del tipo.
    No ma dai, è possibile? Comunque sono dei principianti perché in giappone con le loro mucche di Kobé (Wagyu) battono tutti i record: l'alimentazione è strettamente sorvegliata, le mucche vengono massaggiate al saké (massaggio erotico-sensoriale giapponese) e ovviamente ascoltano musica classica.
    Per chi vive in Francia, c'è un allevamento nel Perigord e, ovviamente, un assaggio da Fauchon.

    ReplyDelete
  12. @ Mammazan: lo penso anche io! Ed aggiungerei anche che secondo me la tecnica col geco potrebbe anche funzionare, nonostante il pesce d'aprile!

    @ Zeb: right!!! Right!! RIIIIIIIIIGHT :-P
    On my opinion we should try to put a geco on a cow...

    @ Chiara: non ci resta altro che provare! :-)

    ReplyDelete
  13. @ Patty: eppure io voglio provarci, secondo me funziona l'accoppiata geco-mucca :P

    @ Poverimabelli: ahahaha dai, puoi sempre offrire un po' di gelato al geco, dopotutto si è dato così tanto da fare ;-)

    @ Silvia: io adoro i gechi, li filmo e li fotografo di continuo!
    Davvero sono piccoli e scuri all'Elba?
    Interessante questa cosa...
    Quelli che vedo in sardegna d'estate sono chiari e di dimensioni medie.

    ReplyDelete
  14. @ Acquolina: il potere del viral (era tutto ben congegnato ;-))
    E comunque io sono convinta che funzionerebbe!

    @ Sara: allora io ci metto il geco!
    Yes per il gelato :-D

    ReplyDelete
  15. @ Fed: dillo a me! E che francese, francese con l'accento tedesco :-DDD

    @ Nora: esatto, la faccia da cartoon, era troppo evidente :-D
    Secondo me il gelato merita!

    @ Auramaga: avresti dovuto sentire i commenti di Zeb sull'accento!!!
    Ora leggo la tua reazione e rido persino di più! :-DDDD
    Non la sapevo 'sta cosa del massaggio al Saké!!!! Mucche fortunate :-:P

    ReplyDelete