Thursday, 1 December 2011

Il puntatone di Masterchef!




Chiariamo subito una cosa: io detesto guardare i reality show, faccio davvero fatica a vestire i panni dell'ingenuo spettatore che si ciuccia i colpi di scena, con tanto di fettina di limone, o che rimane a bocca aperta davanti a "reazioni inaspettate". Proprio non ce la faccio.

Un po' per deformazione professionale, ed un po' perché sono una rompicoglioni, quando guardo un qualcosa (che non sia un film) e sento grandissima puzza di copione, di dialogo scritto ad hoc, di scena creata al tavolino, automaticamente mi girano le palle.
Lo so, è un po' come tirarsi la zappa sui piedi, ma è la verità.

Non so dirvi però se ad infastidirmi sia più il fatto che un programma che si vanta di essere un "reality show" sia quanto di meno reale posssa esistere sulla terra, o se invece sia il fatto che questi copioni (gran parte delle volte) siano scritti davvero male.
Con questo non voglio fare la fighetta e mettermi ad urlare con voce strozzata: "Ommioddio io non ne ho mai guardato uno in vita mia!"
Balle.
La prima edizione del Grande Fratello italiano l'ho guardata eccome, e mi era persino sembrato un interessante esperimento sociologico.
Poi ovviamente, in breve tempo, ha mostrato la sua vera faccia.

Così, anche con Masterchef ci sono andata coi piedi di piombo.
Non avevo alcuna intenzione di seguirlo a dire il vero, ma poi, quando sono venuta a sapere che uno dei partecipanti era uno di noi, non ho avuto alcun dubbio: dovevo guardare, ma soprattutto tifare!

In principio, quindi, fu il broccolo.
E ne sono felice, perché nonostante si tratti di un "reality show", mi sono divertita a guardarlo.
Questo è infatti uno dei pochi programmi di questo tipo in cui i concorrenti non sono soprammobili, non hanno litigato con la grammatica italiana, e sanno fare qualcosa.

Qui i concorrenti si sbattono, e si fanno un mazzo così per rimanere a galla.
Hanno una passione, e sono lì per dimostrare quel che sono in grado di fare.
Che ci sia un copione anche qui, è inevitabile; che si enfatizzino certe cose, pure: ma disturba molto meno.
D'altra parte è una trasmissione televisiva, è normale che sia così, ma almeno qui sei uno spettatore attivo: fai il tifo per qualcuno, detesti qualcun altro, pensi a cosa potresti fare tu con quegli ingredienti, critichi questo o quello, sghignazzi per un qualcosa, ti metti le mani nei capelli per il tizio che praticamente cucina sul pavimento, insomma, anche il povero neurone ne trova giovamento!

Per quanto mi riguarda, era dall'eliminazione di Agnese che non guardavo più Masterchef (che fra l'altro ho sempre guardato in differita, un po' perché non ero in Italia, ed un po' perché nelle mie soste part-time a Genova non prendevo Cielo), ma diciamo che dopo la sua eliminazione mi era un po' passata la voglia.

Ieri sera però ho finalmente avuto l'occasione di poterlo guardare per la prima volta in televisione, e devo dire che sono rimasta un po' basita,  mi ha fatto davvero uno strano effetto vedere tutte quelle postazioni vuote...
Mi è dispiaciuto non vedere più alcuni concorrenti che mi erano simpatici e che mi parevano decisamente più creativi di altri (non ricordo assolutamente i nomi, so solo che erano maschi).

Ma la buona notizia è che la tizia che cucinava con gli spiriti è stata eliminata!
Aaaaah good riddance!

Davvero strano passare da una puntata in cui tutte le postazioni erano praticamente piene ad una in cui i concorrenti erano solo quattro, in più, la prima parte della trasmissione è stata di una noia pazzesca!
Sembrava una di quelle sfigatissime feste in casa mal riuscite.
Mancavano solo le trombette di carta.

L'unico momento che mi ha dato una scossa e che ha risvegliato il neur-one in narcosi è stato quando ho iniziato ad avere il dubbio che il tizio sulla panchina fosse Gualtiero Marchesi. Quando poi ne ho avuto la certezza, mi sono sentita male per loro, immaginando l'emozione che si può provare davanti ad una prova del genere, ma pure immaginando quanto fegato si sarà mangiata la tizia che è dovuta rimanere in studio!

Per il resto, una serata all'insegna delle benzodiazepine.

E vogliamo parlare della prova finale?
Per quanto mi riguarda sono contenta che le cose siano andate così.
Quando ho visto Barbieri prendere una forchettata della tartare della  tizia che diceva "Sono masterchef della tartare, questa gara la vinco io" ho quasi vomitato per lui!
Mi piacciono queste persone che si autoincensano, godi di più nel verderle restituire il grembiule.


In generale, comunque, ho come l'impressione che si sia persa l'energia iniziale che caratterizzava la trasmissione, e che la creatività in cucina sia già stata eliminata tempo fa.
E poi si prendono tutti troooooppo sul serio.

In ogni caso io non faccio testo, mi sono persa troppe puntate, e questa l'ho guardata fra una telefonata e l'altra.
La vera pusher di recensioni di Masterchef è lei, vi assicuro, vale la pena leggersi gli arretrati se non lo avete ancora fatto!

E se invece vi state chiedendo cosa effettivamente manchi alla versione italiana di Masterchef, ecco a voi la risposta...



PS: perdonatemi, non ho ancora risposto ai commenti del post precedente, lo farò più tardi, ora non ce la faccio!

12 comments:

  1. Gordon forever!!!!
    Come te ho guardato Masterchef fino a quando hanno eliminato Agnese, poi ho preferito buttarmi sulle favolose recensioni di Ale.
    Per quel che mi riguarda il programma l'ho trovato un po' troppo impostato ( Cracco sembra sempre parlare ai discepoli, più che ai concorrenti...) ed anche un po' noioso rispetto alle edizioni degli altri Paesi.
    Pazienza ;-)

    ReplyDelete
  2. Esatto! E' impostatissimo.
    Ora che c'è meno gente lo si nota molto di più.
    Mai una battuta, un sorriso. Ogni parola pesa come un macigno. Che noia!!!

    ReplyDelete
  3. Lo guardo anche io con MissD :)
    Poco da dire molto da ridere in realtà...qualche volta anche amaramente. MasterChef è lo specchio perfetto di ciò che è diventato anche la blogsfera degli appasionati di cucina e cioè tutti a provare a sifonare nei propri piatti ma nessuno che sappia fare una crema pasticcera come si deve, tutti a cercarsi sponsor di qualsiasi tipo per fare il proprio blog fighetto, tutti ad indire iniziative pseudo "umanitarie", un giorno si ed uno no si festeggia qualcosa, gli chef venerati come idoli pagani, i loro corsi presi d'assalto nemmeno ci fosse qualche "verità" da rivelare, tutti affetti da un morbo che estranea dalla realtà in una autoreferenza continua a se stessi.
    Fai una prova...scrivi un post divertente e vedi quanti commenti ricevi, scrivine uno più d'attualità che costringe ad avere una opinione e malgrado le visite al blog conta sulla punta delle dita i contributi.
    Masterchef è lo stesso, un "cazzeggio" almeno per me consapevole da vedere con ironia, chi ci crede ed aspira a "rivedersi" in quei contesti è la stessa persona che scrive ad ogni cacatina di piatto:"Meravigliooooosiii!!!!"
    :DDDD
    Mazza'quanto so'acido ehh?! :P ahahahahaaha

    ReplyDelete
  4. Mastechef E' LA NOIA. punto, come rovinare un bel format, non si può proprio vedere! Gambetto sarai acido ma sono d'accordissimo: sono acida pure io??
    va bè, fatemi tornare a Londra, lo so non c'entra niente ma da quando sono tornata mi sento un pò London-inside e so che tu Muscaria mi puoi capire!

    ReplyDelete
  5. Io guardo MC e non mi perdo una puntata solo perchè poi non potrei godere delle recensioni della Ale, che sono la cosa più bella in giro degli ultimi tempi. E tutto quello che tu hai detto è sacro e santo! Eppoi esiste l'Ormochat! E anche questa è tutto un programma. Indaga e vedrai! Ti abbraccio mito! Pat

    ReplyDelete
  6. @ Gambetto: ma che acido ed acido ahahaha lo sai che in questo blog il buonismo è vietato no? :-DDDD
    Anzi, ti dirò di più, non avresti potuto descrivere meglio il mio pensiero, e non solo sulla sifonata adagiata sul piatto con triplo carpiato ed annessa incapacità di fare una crema pasticcera, ma anche su tutto il resto!
    Io per esempio sono una che guarda non solo le cose che ama, ma pure quelle altamente trash, perché il divertimento è assicurato!
    Masterchef Italia non è abbastanza trash da darmi dipendenza, però vale la pena guardare i prossimi due episodi, se non altro per sparlarne o per farsi una sana ronfata sul divano :P

    @ Giò: esatto!!! Hanno rovinato un format che aveva un bel potenziale, ma lo sappiamo che quando qualcosa arriva in Italia viene trasformato in noia pura.
    Cosa dici, Londra non c'entra niente??? Non dire mai più blasfemie simili, Londra qui c'entra sempre anche quando si parla di cotolette alla milanese o di Parigi :P
    Eccerto che ti posso capire, sentiti libera di londra-sfogarti pure quanto vuoi e come vuoi, sei sempre la benvenuta ;-)

    @ Patty: hai ragione, infatti secondo me Masterchef Italia dovrebbe pagare Ale perché è lei con le sue recensioni a mantenere il programma in piedi!
    Ho letto dell'ormochat, non so di cosa si tratti perché io e facebook non ci frequentiamo, ma posso immaginare le risate!!! :-DDD

    ReplyDelete
  7. beh che dire Gordon non ha rivali e' unico! io lo adoro! ma qui con questa trasmissione non c'e' nulla che possa essere vagamente avvicinato a alle altre... sono tristi e sinceramente mi annoio a guardarla! ciao

    ReplyDelete
  8. @ Ombretta: infatti, la versione italiana è tristissima!
    E Gordon, non ci sono parole per commentarlo, è fantastico :-D

    ReplyDelete
  9. La versione più bella secondo me è l'inglese... quella italiana sta in fondo in fondo... se non fosse per l'ormo chat, non lo vedrei nememno!

    ReplyDelete
  10. I can't really comment on Masterchef, since I've never watched it (not even the French version), but if it's a good sedative, then it has at least one quality :))

    And that video got me thinking... It's never been about whether the egg or the chicken came first. It was about chicken shit all along!! That and Gordon's profanities of course :P

    Finally, I can only agree about Gambetto's comment. Well said, you nailed it! Who cares about fancy stuff. Give us good, simple food. Well, give it to ME actually. GNAAAAMMMM :O

    ReplyDelete
  11. io ogni tanto guardo quello francese di masterchef, perchè da noi si vede sul canale nazionale, non ho ancora capito se mi piace o no, ci vorrebbe uno come ramsay che dotato di personalità tira sù lo show

    ReplyDelete
  12. @ Zeb: Gordon and profanities! Just the right combo :-D

    @ Günther: non ho mai avuto il coraggio di guardare quello francese, mi sa che prima o poi un'occhiata mi toccherà darcela, se non altro per dire la mia :-)

    ReplyDelete