Thursday, 19 May 2011

Phinalmente il Philadelphia ANCHE a Parigi!


"Comment voulez-vous gouverner un pays qui a deux cent quarante-six variétés de fromage?"
   (Charles de Gaulle)  


Eh sì perché, sembrerà strano, ma la Francia non aveva mai aperto le porte a nessun tipo di Philadelphia.
Paura della concorrenza? Snobismo nei confronti di un formaggio non-formaggio? Non puzzava abbastanza di calzino morto per guadagnarsi un posto in società? Paura che il resto del mondo potesse prendere il suo ingresso in terra di Francia come un segno di debolezza? I duecentoquarantasei tipi di formaggio francese facevano il broncio e battevano i piedini?
Mistero!


Io so solo che, essendo il Philadelphia uno dei rari casi di latticino che posso mangiare, è per me fondamentale averlo a disposizione ovunque io mi trovi.
Diversamente, dovrei scordarmi di poter trasformare i passati di verdure in vellutate, o di poterci mettere su un po' di miele al tartufo facendo finta di mangiare anche io formaggi di diverse qualità a fine cena (mentre mezza Francia si incofana di formaggio dinnanzi ai miei occhi!) e dovrei anche scordarmi tanti altri bei piatti che mi sono inventata negli ultimi anni con l'ausilio di questo versatilissimo formaggio.
(Dovrei scrivere le pubblicità per la Kraft, altro che storie!)

Per cui, mentre altrove l'ho sempre trovato facilmente, a Parigi ho sempre dovuto fare salti mortali per averlo.
Fino a pochi di mesi fa lo vendevano solo le gastronomie Italiane ed i negozi Inglesi/Americani, alla modica cifra di 4 euro e qualcosa al pezzo. E non stiamo mica parlando di droga!
Poi qualcosa si è mosso, e fra dicembre e gennaio Monop' (che io adoro!) ha fatto un breve esperimento, mettendo in vendita il formaggio più schifato dai formaggiai di Francia.
Esperimento riuscitissimo, ovviamente!

I Francesi, turbati da questa sorta di isolamento lattiero-caseario, si sentivano tagliati fuori da tutto.
La crisi di identità collettiva pesava come un macigno.
Fra un sudore freddo e l'altro, il pensiero comune era sempre ed unicamente quello, la gente si chiedeva incessantemente:  "Ma perché diable nous ne pouvons preparer pas 'sto cazz de ciskakì comme tous le personnes normal???"

E avevano ragione, poverini!

E' bello sapere che anche in terra di Francia ci si  potrà finalmente preparare un NY Cheesecake senza dover accendere un mutuo, o senza dover indossare un passamontagna per andare a fare la spesa.

Pronti con gli Oreo e col mattarello?
Liberté, Egalité, le Filadelfià est arrivé!

20 comments:

  1. Un bel pò di anni fà...tanti a dire il vero ero a Parigi e mi chiedevo perchè mai tutta europa avesse i gelati confezionati al gusto di pistacchio (ero un ragazzino eh!) mentre in Italia oltre al cornetto che si potevano permettere solo i fidanzatini per un cuore di panna che per me era solo un chiulo di panna visto che ero single non c'erano alternative se non il croccante all'amarena?! :P eheheheheh
    Quando poi anche le grandi case hanno portato il gelato al pistacchio confezionato qui io ero già diventato un gran rompiballe in fatto di gusto e mi è rimasto quel sapore di chiulo di chi è stato gabbato dalla vita con ironia! :D ahahahahahaha
    PS
    W il Piladelpia per Muscaria :))))

    ReplyDelete
  2. sE LO DICEVI PRIMA, TI DAVO UN LINK DOVE SPIEGANO COME FARLO HOMEMADE.... Meno male che ormai non ne hai più bisogno! :)

    ReplyDelete
  3. Evviva evviva il Philadelphia!!!!A me crea dipendenza, quindi ti posso capire e gioisco assieme a te!Un bacione e buona giornata

    ReplyDelete
  4. ti rendi conto dei salti di gioia quando l'ho visto per la prima volta???? io che dovevo fare il cheesecake col fromage blanc???
    :))) e magari ci fosse il Monop a Bourges!!
    ho dovuto aspettare che sbarcassero da Leclerc!!!!

    ma me lo potevi dire che vivi in Francia pure tu, no?????

    ReplyDelete
  5. :-)

    ....Cheesecake si, ma NO con gli OREO. Quei biscotti li detesto!

    a parte che mangiata questa: http://www.juniorscheesecake.com/catalog/product_cat.php/subid=1/index.html

    ...le altre sono tutte un passo indietro.

    ...ma, comunque, EVVIVA la Philadelphia!!!

    ReplyDelete
  6. humm... io non sono mai stato un gran fanatico del Philadelpia...

    ReplyDelete
  7. @ Gambetto: grazie per aver nominato il pistacchio, avevo giusto notato una cosa a Parigi (e ovviamente fotografata) e mi sono sempre dimenticata di fare un post a riguardo! :P

    @ Stefania: ti ringrazio ;-)
    Io faccio già a casa un qualcosa che ci si avvicina al philadelphia, però mentre quest'ultimo è privo di acidità (ed è adatto quindi a diverse preparazioni) quello homemade una punta di acidità (essendo fatto con lo yogurt) la mantiene sempre, di conseguenza è un po' meno versatile...
    Ma se il tuo non è fatto con lo yogurt, allora non ho la ricetta! :P

    @ meggY: sì, è tremendo, non se ne può fare a meno! E poi per me è diventato una sorta di jolly, lo metto ovunque!

    ReplyDelete
  8. @ Eleonora: e lo immagino!!!! Fare il cheesecake col fromage blanc è il minimo che possa accadere :-DDDD
    Sai che mi era sfuggito che tu vivessi in Francia??? Io ci vivo part-time! :P

    @ T'Ama: io non impazzisco per gli Oreo di dimensione normale, ma quelli piccolissimi (venduti in una sorta di tazzone di cartone) sono buonissimi! Quelli di dimensioni normale però sono ottimi per le pie crust, almeno, a mio parere ;-)
    Grazie per il link, quei cheesecake hanno un aspetto irresistibile!!! Sono anche belli alti...

    @ Suibhne: io in realtà sarei una gran fanatica di gorgonzola, parmigiano, burrata, stracchino, Leerdammer, e compagnia bella, ma devo accontentarmi solo di ricordarmi quanto fossero buoni :-(
    Quindi ora tifo Philadelphia.

    ReplyDelete
  9. YEEEESSS!! Non l'ho mai mangiato ma d'ora in poi avrò sempre quello nel frigo tiè.
    Ma gli oreo che cosa hanno dentro per essere così neri?

    ReplyDelete
  10. l'avessi saputo prima, pensa che ti avrei persino invidiato :-)
    Sarà che a furia di vedere la kraft in ogni dove mi è venuta come una specie d'allergia, a prescindere la phladelphia (poveraccio)

    ReplyDelete
  11. As a French sacrebleu living in the land of stinking cheeses (and loving them! stinky!), I can testify that I became a fan of Phildelphia :D Whether it is spread on a piece of bread or mixed with pasta and tomato sauce, it gives a nice sour taste.

    (I also like Tigre :P Yes, I'm guilty!!)

    In the streets of Philadephia, lalalalalaaa :))

    ReplyDelete
  12. ahahaha meno male che è arrivato anche lì :) anche se è un bel po' che non ne mangio mi piace sapere che posso averlo a disposizione quando voglio :)

    ReplyDelete
  13. posso dire che detesto cordialmente il philadelphia e pure i friansssssssciesi che se latirano coi loro formaggi?
    ma davvero fanno il c.k. con gli oreo e non con i digestive? °_°

    ReplyDelete
  14. @ Auramaga: esatto, anche solo per una questione di principio! :P
    Ma sai che me lo sono sempre chiesta anche io cosa diavolo ci sia dentro? E' vero che il dark chocolate è scuro, ma gli Oreo sono proprio neri neri, almeno all'esterno, perché internamente mi sa che sono un po' più chiari... mmmh un giorno dovrò controllare :P
    E sai che esistono intere discussioni in rete sul "ma gli Oreo sono marroni o neri?"
    Dovremo indagare!

    @ fiordisale: azzzz ad averlo saputo prima ti avrei avvisata!
    Avresti potuto fare un salto a Parigi sicura di non incontrare tracce di Kraft: in pratica un paradiso per i tuoi occhi! :-D

    @ Zeb: let's try to convince France that is about time to invite also Tigre in ze country :P

    @ Fed: appunto!!! :-))))

    @ Nora: ahahhahahah certo che lo puoi dire :-DDD
    No, in realtà il vero cheesecake è fatto coi Digestive, ma ultimamente gli Oreo vengono utilizzati parecchio.
    Io preferisco i Digestive, però gli Oreo possono essere una buona alternativa anche perchè grazie al loro colore rendono il dolce un po' diverso.

    ReplyDelete
  15. evviva!!!! non sono piu a parigi, ma che noia ogni volta che andavo al supermercato e c'erano dei banchi kilometrici di latticini dove si trovava solo la marca danone. buon fine settimana, Giorgia & Cyril

    ReplyDelete
  16. Che strana la vita eh? Spesso non godi delle cose che hai a portata di supermarket (philadelphia) ma vorresti tanto uno di quei meravigliosi formaggi, dalla tremenda puzza di piedi per cui, al tuo ultimo rientro da Parigi ti hanno fermata al check e, indignati, ti hanno detto:mais vous ne pouvez pas effectuer fromage puant ainsi que des vêtements...della seria: ma non puoi mettre il formaggio puzzolente insieme ai tupi indumenti!!! e che cav...o giù di lì, con grande mia vergogna!
    Baci e grande complimenti per l'ottima preparazione della cheese
    Alla prossima

    ReplyDelete
  17. @ Giorgia & Cyril: è vero, Danone ovunque!!!
    Immagino che a Montréal questi problemi non ci siano ;-)
    Buon fine settimana anche a voi!

    @ Rosalba: ahahahhahah fantastica!
    E dove, di grazia, una persona dovrebbe metterselo il formaggio quando viaggia? :P
    Non sono mica normali!

    ReplyDelete
  18. Io li vedo neri ma se siano esattamente #FFFFFF rgb-parlando non posso giurarlo.

    ReplyDelete
  19. Sorry... volevo dire #000000

    ReplyDelete
  20. @ Auramaga: totalmente d'accordo con te, anche io li vedo #000000 anzi di più! Sembrano fatti col nero di seppia :P

    ReplyDelete