Thursday, 7 April 2011

Ragoût de Porc Sucré/Salé et Semoule de Cous Cous



Lo so, non è una foto che ci fa sentire in pieno clima primaverile, però, in compenso, è un piatto che in qualsiasi stagione dell'anno riesce a far danzare le papille gustative di chiunque, anche dei più scettici, soprattutto grazie ad un ingrediente di cui ormai non posso più fare a meno: il mio amato Ras-el-Hanout!
Ricetta astutamente rubata dalla mamma di Zebulon (mentre aspettava monsieur le docteur nella sala d'attesa) e da me ottenuta con la sottile arte del ricatto: morale, fisico, e pure extrasensoriale!

Ingredienti:
(per 4 persone)


- 600 gr di filetto di maiale
- 2 cipolle
- 250 gr di prugne denocciolate
- 50 gr di uvetta bionda
- 1 cucchiaio di farina
- 1 dado per brodo di pollo oppure dado vegetale
   (io ho usato il brodo preparato da me)
- 4 cucchiai di olio di oliva
- 1 dose di zafferano (fa così pusher!)
- 1 cucchiaino di Ras-el-Hanout
- 1/2 cucchiaino di cumino in polvere
- Sale e Pepe Nero







Mettete l'uvetta a bagno nel'acqua tiepida, così che si gonfi e ritrovi quasi la forma originale.
Tagliate a pezzetti la carne di maiale e mettetela da parte.
Sbucciate le cipolle, tritatele, e fatele appassire in un po' di olio di oliva.

Qui la ricetta dice di togliere le cipolle dalla padella e di mettevi a cuocere la carne, aggiungendo ancora olio se necessario, e di far dorare da tutti i lati prima di aggiungere la farina a pioggia.

Io non sempre seguo questa regola.
A volte non tolgo la cipolla dalla padella, anzi, la lascio apposta per insaporire meglio il tutto.
La farina a pioggia la uso anche nella zuppa di cipolle, per cui anche qui, talvolta, preferisco aggiungere un po' più di farina e lasciare che carne e cipolla si insaporirscano a vicenda.

Insomma, fate voi, fatevi trasportare dall'istinto!



La ricetta dice che a questo punto è arrivato il momento di diluire il dado in un quarto di litro di acqua, e di versare il tutto sulla carne prima di aggiungervi le spezie, le cipolle, le prugne, e l'uvetta scolata.

Io preferisco fare il brodo (vegetale o di pollo).

Qualsiasi sia la vostra scelta (dado, o brodo fatto in casa), dopo aver aggiunto gli ingredienti precedentemente menzionati (ricordiamolo: zafferano, ras-el-hanout, e cumino) aggiungete sale e pepe.
Mescolate bene, e lasciate cuocere, per 4-5 minuti o poco più.

"Condite" il vostro cous cous con questa meraviglia, e leccatevi i baffi!
E se non li avete (i baffi) procurateveli, perché vi serviranno.

21 comments:

  1. Per me é perfetta visto che ogni giorno si abbassa la temperatura, mannaggia mannaggia..
    unico cruccio: so che il ras el hanout qui a baires c´é, ne sono convinta perché qui con un telefono e una visa puoi fare qualsiasi cosa....il problema é dove lo trovo e quale é il numero giusto....(beh, poi anche la visa, nevvero...mica sempre é florida..)

    ReplyDelete
  2. Guarda, se alle mie latitudini mangiano cammelli interi farciti di agnelli questa è roba da dilettanti, per la primavera in corso!!!! :-)

    ReplyDelete
  3. Mai provato il ras-el-hanout...ma dalla tua descrizione promette mooooolto bene! :))
    Condivido il fatto di lasciare le cipolle, anche io faccio così con ricette similari :)
    PS
    Vado a farmi crescere i baffi!! :D ahahahahahahaha

    ReplyDelete
  4. Mannaggia, appena depilata la zona sopra il labbro... Concordo sulle cipolle e ho una domanda, ma le prugne sono secche?
    P.s. Io non ho la visa... è troppo grave? ;)

    ReplyDelete
  5. mi sono informata qui :

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ras_el_hanout

    se trovo la miscela procedo all'istante con la ricetta, deve essere veramente gustosa!Grazie di essere passata a trovarmi, buonissima giornata...

    ReplyDelete
  6. Mi piace, mi piace, MI PIACE!!!!
    Ora vado a vedere sul link di Chiara di quali spezie è fatto il ras-el-hanout e me lo preparo: questa ricetta s'ha da fare, primavera o non primavera!!! :-p

    ReplyDelete
  7. La prima cosa che ho fatto è stata vedere cosa è il ras-el-hanout. Oggi vado nel negozio etnico e lo compro. Lo venderanno in confezioni da 1 kg quindi chi ne vuole lo scriva che glielo mando.

    Al mattino qui si gela di giorno è caldo la sera torna il gelo quindi per stasera si può fare;-) Magari con l'agnello visto l'abbondanza dello stesso al supermercato.

    ReplyDelete
  8. Per la prima volta nella mia vita so, il giovedì, cosa mangiare la domenica!!!! Fantastico! e se dovesse fare troppo caldo accenderò il codizionatore.

    un abbraccio, Antonia

    ReplyDelete
  9. Whaaaaaat??! You stole a recipe from my mother?!! Help, police! >____<

    OK, I'll shut up if you give me a full plate of your version :P And maybe we'll try it in the new kitchen :))

    ReplyDelete
  10. Io voglio la storia dettagliatissima del ricatto morale, fisico e, soprattutto, di quello extra sensoriale: non è qui si possono lasciare troppe storie in sospeso...

    ReplyDelete
  11. Io i baffi li ho,quindi procedero' con confidenza....
    Ho una ricetta per il ras el-hanout fai da te che comprende una ventina di ingredienti compresi degli insettini (cantaridi, se ben mi ricordo).Mi sa che faccio prima a comprarlo...
    Bacioni e a presto!

    ReplyDelete
  12. sì, sì, ras-el-anout homemade completo di cantaridi!!! E poi lo serviano a Clint qua sopra e vediamo quanto il suo sguardo diventa definitavmente fessura!
    Ribadisco che qua dentro Friends non vale un fico secco. Anzi: una prugna secca, denocciolata.

    ReplyDelete
  13. @ Glufry: spero anche io che tu riesca a trovarlo, perché davvero merita! Se te lo mando via posta dici che ci arrestano tutte e due per scambio internazionale di polveri non bene identificate? :-DDDD

    @ Araba: come non darti ragione??? :P

    @ Gambetto: secondo me, di contrabbando, lo trovi :-DDDDDD
    Ecco, i baffi sono fondamentali! :P

    @ Stefania: non preoccuparti, i baffi ricrescono sempre :-DDDD
    Sì sì, le prugne secche.

    PS: non è grave no! E poi si può sempre usare la Visa di qualcun altro no? :P

    ReplyDelete
  14. @ Chiara: guarda io sono veramente stordita, quando ho scritto il post avevo in mente di mettere anche gli ingredienti (non tutti di facile reperibilità, come avrai notato) e meno male che sei arrivata tu col link perché io nel frattempo me ne ero proprio dimenticata!!! -D

    @ Mapi: oh sì, la stagione conta ben poco davanti a certi piatti! :-P
    Fammi sapere se hai trovato il ras-el-hanout!

    ReplyDelete
  15. @ Silvia: nel caso avessi problemi a trovarlo, fammi sapere ;)
    Con l'agnello lo vedo benissimo!

    @ Antonia: mi fa davvero piacere esserti stata utile :-)
    Ras-el-hanout per tutti!

    ReplyDelete
  16. @ Zeb: you know, stealing is in my nature :P

    @ Virò: io la storia dettagliata del ricatto morale-fisico-extra-sensoriale te la racconterei anche, però poi sarei costretta a farti fuori...
    A te ci tengo troppo, lo faccio per il tuo bene.
    Però eccoti un indizio: con una teglia di melanzane alla parmigiana, all'estero, puoi mettere in ginocchio chiunque :P
    (ma forse anche in Italia!)

    ReplyDelete
  17. @ Edith: esatto, fai prima a comprarlo perché farselo da soli è veramente un pain in the ass!!! Anche perché mettiti a polverizzare la cantaride in dosi giuste... non ti passa più :-DDD

    @ Acquaviva: Clint qua sopra ha appena detto: "Un giro di lytta vesicatoria per tutti, it's on me!"
    Veramente, Friends ci fa un baffo, anzi, due!

    ReplyDelete
  18. Vedere che non son la sola a vagare nell'ignoranza culinaria mi conforta al punto tale che faccio outing e confesso di aver pensato ah ras-el-hanout come all'ultimo terrorista arabo.
    Mi associo a Virò, nel richieder ei dettagli della scena e plaudo alla tua cilatronaggine che supera ogni confine, violando luoghi sacri come le sale d'aspetto dei dottori: se poi vien fuori ch ele hai fatto sputare la ricetta a mò di ultime volontà, ti faccio un monumento sotto la Nord :-)))
    besos
    ale

    ReplyDelete
  19. @ Ale: eh cavolo, il monumento sotto la Nord mi mi piace!!! :P
    Se vuoi un po' di ras-el-hanout fai un fischio!

    PS: come detto a Virò, io potrei svelare i dettagli, ma poi mi toccherebbe farvi fuori, insomma lo faccio per voi!
    E comunque un indizio ve l'ho lasciato... :P

    ReplyDelete
  20. ma che buooono! questa ricetta la vogliamo provare, slurp
    p.s. ci hai conquistato con la "dose" di zafferano ^_^

    ReplyDelete
  21. @ labandadeibroccoli: non ve ne pentirete!

    PS: era inutile girarci intorno con inutili sinonimi, una dose è una dose! :-P

    ReplyDelete