Saturday, 4 December 2010

I garganelli "mela-salsiccia" più mangiati nei peggiori blog di Caracas


Se ieri non avessi letto il post di  Acquaviva avrei sicuramente scritto, non dico lo stesso identico post, ma qualcosa di molto molto simile, rischiando magari anche l'accusa di plagio da parte di chi non conosce questo gruppo di spadellatori a piede libero.
Noi cialtrons invece procediamo tranquilli, sappiamo perfettamente che quando si viene colpiti dalla sindrome della Hasselback Potato, non esistono più limiti di alcun tipo.
E la geografia?... PFUI, ci fa un baffo!
Detto questo, avrete capito che solitamente non partecipo a contest, a scambi di premi virtuali, etc. però ci sono delle eccezioni, ed il compleanno del blog di Arabafelice è una di queste.



A dire il vero, pensavo che non ce l'avrei mai fatta a preparare qualcosa in tempo utile, sono presissima in questo periodo (lo so, è sempre la stessa tiritera, o sono in viaggio o ci sono delle scadenze che mi alitano sul collo, cosa devo fare?...) ma poi stasera in un momento di  "ma... mi sono dimenticata di cenare!!!" sono andata in cucina, ho visto una mela (l'unica che avevo) e mi sono esibita in una estemporanea. 

Il piatto è molto semplice, ma davvero davvero gustoso, difatti ho deciso che da oggi in poi farà parte dei piatti che cucinerò più spesso.
E' nato come vero e proprio esperimento alla cieca, e mi ha piacevolmente sorpreso.

L'ho preparato solo per me, per cui non solo gli ingredienti sono per una persona, ma sono anche andata ad occhio, come sempre.

Ingredienti:

- Garganelli all'uovo  (non li ho pesati stavolta, sono andata ad occhio e soprattutto a fame)

- Mezza cipolla (era una cipolla grossa quanto la mela)

- Mezza mela (Golden)

- Rhum "EL PAMPERO"

- Panna (di soia per me, grrrrrrr)

- Salsiccia (io ho usato quella sarda, ma credo che anche col bacon a cubetti potrebbe venire bene)

- Olio evo

- Pepe nero macinato al mulinello



Mettete a cuocere la pasta, e ricordatevi che i garganelli all'uovo cuociono piuttosto velocemente: in sette-otto minuti sono pronti.

Tritate finemente la cipolla e fatela a soffriggere con un po' di olio di oliva
Lavate e sbucciate la mela. Tagliatela a metà, eliminate la parte centrale, e tagliatela a fettine sottili.
Buttate tutto in padella, andranno a far compagnia alla cipolla.
Fate appassire anche le mele, aggiungete il Rhum (a vostro piacimento) e a fuoco vivo fatele insaporire per bene, mescolando ogni tanto col cucchiaio di legno.
Tagliate in maniera spessa un paio di fettine di salsiccia, e tagliatele a cubetti.
Buttate anche queste in padella.
Fate insaporire per qualche secondo, e aggiungete la panna.

Mescolate bene, fate restringere un po', e abbassate il fuoco.

Nel frattempo la pasta sarà pronta.
Scolatela, e buttatela in padella.
Saltate il tutto a fuoco vivace, e infine spolverate con abbondante pepe nero macinato sul momento.

Buon appetito!






Le foto sono fatte à la cazz de chien, ma le location, il tempo a disposizione, e soprattutto la fame porca, sono acerrimi nemici della fotografia.

Araba, voglio che tu sappia che non sto partecipando per spirito di gara, ma solo ed unicamente perché ci tenevo a festeggiare con te, e con tutti voi, il tuo magnifico blog :-)

Buon Blogcompleanno!!!


18 comments:

  1. Premesso che qui l'identitá di vedute viaggia sulle onde cerebrali e crea interssanti casi di telepatia, premezzo che le tue foto a cazz du chien sono quelle che a me parrebbero a prova di temutissimo...insomma tutta 'sta premessa per dirti che sta pasta con il pampero me fa´morí...

    ReplyDelete
  2. idem con patate :-)))))
    niente contest, niente premi, niente candy candy, niente giveaway. solo ca...ggio allo stato puro, emmetichellenge compreso. E Araba inclusa :-)
    E senti un po': quand'è che la cialtrona fa un cotest? o meglio. Perchè non ti inventi un contest da cialtrona? solo l'idea. Giusto per vedere cosa tiri fuori. Tipo "fra la dispensa e il dispenser- tutto quello che vorreste che vi sputasse fuori la macchina degli snack in pausa caffè".. e poi non gli dai seguito, sennò che cialtronata sarebbe??? :-)
    ciao
    ale

    ReplyDelete
  3. Bella, buona e anche la foto è bella!
    I contest sono bellissimi per le raccolte di ricette. Io ho provato a fare un congiglio per quello di MT ma è stato spazzolato prima che prendessi in mano la macchina fotografica.
    Un cialtron contest mi garberebbe parecchio. Potrei anche vincere...

    ReplyDelete
  4. Your "cazz de chien" pics are great, especially the second one because with the light, you see more the creamy texture. Plus, anything with salsiccia sarda inside can only look good, right? :D

    I have to admit yesterday I wasn't really sure when you described me the recipe on the phone - also because my brain was already in bed. But reading it now, I have to admit I am really tempted! (to steal the plate or lick the screen I just cleaned ^^).
    Well done, as always :P A true cialtrona recipe :))

    I'll quote Kristina Gill in her latest cookbook review on MattBites: "I love the “throw it all in a pan and roast it” or “heat olive oil and spices, shred the left over meat and brown it in a pan, then add the left over rice” type recipes because I think they have even greater flavors and they feel more…natural."
    'Nuff said ;P

    And happy blogversary, Arabafelice! :D Aribba rrrriiibaaaa :))

    ReplyDelete
  5. Ti preego...ma questa ricetta è divina...la prossima volta invitami...plisssss!!!Buon weekend, baci, Fla

    ReplyDelete
  6. Grazie, grazie, grazie.
    Per la ricetta, e soprattutto per lo spirito.
    In bocca al lupo anche a te :-)

    ReplyDelete
  7. Eccone un'altra, che leggi il titolo e cominci a ridere. :-D
    Dopo però guardi le foto e cominci a sbavare, e pazienza se secondo la loro autrice sono fatte alla membro di segugio, tu te ne infischi e sbavi.
    Dopo ancora leggi la ricetta, che tutto è tranne una cialtronata, e ti domandi come mai tu, l'ultima volta che ti eri dimenticata di cenare, hai tirato fuori tutte le peggio porcate della tua dispensa e te le sei spazzolate ad una ad una, mentre invece la Muscaria ti tira fuori una cosa del genere.

    A questo punto interviene la catalessi, che ti libera misericordiosamente dalle paranoie mentali e ti fa entrare nel più puro oblio.... fino a quando ti risvegli con un'idea fissa che ti martella nel cranio: a quanto il Chaltron's Challenge???

    Un bacione alla mia Cialtrona preferita!

    ReplyDelete
  8. Be', se dai seguito all'idea di Ale, stavolta è la volta buona che vinco!!!
    E comunque un anno fa, "inventai" il risotto come la tua pasta e pure una quiche... il sapore mi piacque da morire e pensai di essere geniale... ma se guardassimo bene nell'etere penso che scopriremmo che l'accoppiata esiste da tempo immemore... ma altrimenti come potremmo seguire il chaltron style???
    P.s. Ale mi ha riferito sempre del tuo interessamento per il mio cucciolo e voelvo ringraziarti di cuore!
    Baci

    ReplyDelete
  9. @ Glufry: questi casi di telepatia blogghesca, a mio parere, sono una delle cose più divertenti che possano capitare :-DDDD

    "Pasta y Pampero, la pasta che va mangiata nella Pampa!"

    @ Ale: candy candy :-DDDDDD
    Guarda, in realtà il mio contest cialtrone è pronto da tempo, ma lo sto tenendo per fine gennaio (perché il blog compirà un anno) avevo intenzione di parlarvene un mesetto prima, giusto per darvi il tempo di prepararvi.
    Vabbé, ora non posso più tenerlo nascosto: lo sapete, è nell’aria, tenetevi pronti! :P

    Però la tua idea mi piace da matti!!! Mi toccherà farlo prima o poi quello del distributore automatico di inutilità!

    @ Silvia: benvenuta, è un piacere averti qui! Grazie, sono felice ti sia piaciuta :-)

    Aaaaah vedo che il problema ci tocca tutti da vicino, talvolta è difficile fotografare, soprattutto quando il piatto è già in direzione dello stomaco!
    Il cialtron contest si farà, tieniti pronta.


    @ Zeb: of course! Where there is a salsiccia sarda there is drooling!
    Thanks for quoting Kristina Gill: she is right! :P
    My next pasta and pampero is gonna be yours ;-)

    @ EliFla: ma volentieri ti invito!!!! Buon weekend anche a te :-D

    @ Arabafelice: era il minimo che potessi fare con tutte le risate che mi fai fare con le tue spettacolari avventure, e per tutte le volte in cui hai diviso con noi la tua sudatissima refurtiva ;-)

    @ Mapi: ahaahahahaaaa sono io che sto ridendo per il tuo commento :-D
    Se poi ingoio la lingua è colpa tua eh!

    Il cialtron challenge sta arrivandoooooooooooooooooooooooooooo
    (attenti però, le regole saranno severissime!)

    @ Stefania: ti avviso, hai due possibilità di vincita: una con quello che avevo già in mente di fare, l’altra seguendo l’idea di Ale :-P
    Ma vedi, ma vediiiii che c’è questa sorta di telepatia cialtronica che va oltre ogni regola?
    Il risotto mi sembra davvero interessante, ma la quiche persino di più! E tu sei geniale! :-D

    PS: sono felice che il tuo piccino ora sia a casa, anche se dovrà pazientare un po’ e abituarsi al gesso e al resto, ma almeno il peggio è passato, e si può godere finalmente il meritato riposo! ;-)

    ReplyDelete
  10. Qui i commenti cialtroneggiano con le parole più delle tue ricette: l'aver battezzato le tue foto "alla membro di segugio" della Mapi merita una ola da stadio!

    A questo punto mi parebbe anche il minimo partecipare con un mese di anticipo ad un contest che non esiste, di cui non conosco le regole, che però aleggia minaccioso nel web...

    Dunque: ho pensato ad un evento di recente vita vissuta a cui, se non avessi assistito personalmente, avrei stentato a credere.

    Location: sala insegnanti
    Data: giovedì scorso
    Ora: 10.50

    Entra, sconvolta, la collega di storia e riporta l'interrogazione, appena conclusasi, di un ragazzo della I E sugli antichi Egizi:

    - Parlami del culto dei morti di quel periodo...
    - Ah, sì...questa la so! Gli egiziani seppelivano i loro morti SUGLI ABERI...
    - Sugli alberi???
    - Ma sì, prof, ce l'ha dettato lei negli appunti. Legga qui: i defunti venivano sepolti SUPINI...

    Allora? Ho vinto qualche cosa?

    Come..."manca la ricetta"?

    E va bene, ho capito: vado ad informarmi su cosa mangiassero in Egitto nel 3000 a.C....

    ReplyDelete
  11. ommammma, un contenst cilatrone... Mi viene in mente una volta che l'insegnante di mia sorella per obbligare la classe a svolgere il tema letterario diede per compito due titoli. uno di letteratura ed uno dal titolo nonsense, qualcosa tipo "Pietro Micca e la crisi giovanile degli autotrasporti". Mentre mia sorella sudava sul tema serio con il primo titolo io le preparai un testo per il secondo. Prese il voto massimo con entrambi. Vista la fonte cialtrona ora per gennaio temo/spero qualcosa del genere...

    P.S. Virò cosa vuoi che mangiassero gli Egizi se non pinoli? Dovevano coltivarne tanti per i cimiteri che avevano sempre semi in abbondanza...

    ReplyDelete
  12. Cominci a preoccuparmi.Prima la rapina a Covent Garden,poi Caracas.....
    Ed infine,come mazzata finale,la salsiccia sarda!
    Il contest cialtrone s'ha da fare...
    Hugs!

    ReplyDelete
  13. ahahahah, mi piace questo tuo modo di fotografare!!!! MA è francese?!?!? :)))

    Senti a te "in bocca al lupo" non te lo posso proprio fare....ahahahaahahah
    :))))

    /Virò: oddio, ancora rido per l'interrogazione di storia!!!! :D :D :D

    ReplyDelete
  14. @ Virò: tu sei un'assassina, il tuo commento mi ha quasi uccisa dal ridere!!!
    Guarda ho dovuto persino tradurlo a Zebulon per telefono, che quasi si è sentito male perché è stato veramente TROPPO!
    E quella tua degna compare di Acquaviva ha dato la botta finale!
    Voi due assieme siete pericolosissime :-DDDD
    Rischiate di vincere se andate avanti così, vi avviso!

    @ acquaviva: inizio dal PS, perché la nota sui pinoli, sul serio, merita il Nobel! Credo di aver riso come una deficiente per un tempo assolutamente incalcolabile.

    Il "Pietro Micca e la crisi giovanile degli autotrasporti" andrebbe inserito fra i temi della maturità del prossimo anno: io voto a favore!!!

    @ Edith: preoccupiamoci :-DDDD
    Oh sì, s'ha da fare!
    Kisses!!!!

    @ Ziopiero: ma ceeeeerto, è una tecnica che favorirà la nascita di nuovi movimenti pittorici, ed influenzerà sicuramente l'arte in generale!
    A me in bocca al lupo non lo auguri perché hai paura che faccia del male al lupo, vero? :P

    ReplyDelete
  15. Arrivo per ultimo ma le risate le hanno sentite in parecchi...stavo quasi pensando di denunciarti per procurata lesione di cialtroneria altro che...:PPP
    Scherzi a parte...rimango in attesa di sapere quale sarà il nostro ruolo cialtrone per il tuo contest...sperando ovviamente che non abbia nulla a vedere con il cane!! aahahahahahah
    PS
    Un saluto al volo da un pino dove sto approfondendo i metodi di sepoluta egiziani!! :P ahahhhaahahahahaha

    ReplyDelete
  16. @ Gambetto: attento con questi approfondimendi sugli alberi, c'è il rischio di cadere SUPINI!!!!!

    ReplyDelete
  17. Ma sembrano buonissimi! Non ho mai provato a fare la pasta aromatizzata al rhum. Dalle foto sembra veramente appetitosa.

    ReplyDelete
  18. @ Auramaga: Con la neve fuori, è l'ideale :P

    ReplyDelete