Tuesday, 4 May 2010

Jay Shells e la sua fantastica ‘Subway Etiquette’ poster campaign


Jay Shells è un artista che probabilmente (come gran parte di noi) si è stufato di vivere in mezzo allammerda quando prende la metropolitana, e ha deciso di dirlo a modo suo :-)


PS: io credevo di avere visto il peggio del peggio a Parigi, ma vedere le persone tagliarsi le unghie in treno, o in metropolitana, a me, personalmente, manca nella lista! E a voi? :-D



PPS: mi è venuto in mente adesso!!!  (ho dovuto correggere questa parte un milione di volteeeee, basta telefonateeee devo finire di postare!!!!)
Un giorno, mentre eravamo a Cagliari, io e Zebulon saliamo su un autobus e notiamo un gruppo di ragazze francesi. Più che altro, erano state le nostre orecchie a notarle per prime, ma poi... come si dice, anche l'occhio vuole la sua parte, no???
Queste infatti, oltre ad urlare come delle aquile, si erano sistemate così comodamente sul mezzo, ed erano così a loro agio, che una di loro si stava elegantemente depilando le gambe con la pinzetta.
(e nemmeno uno o due peletti, tutta la gamba!)

La donzella era seduta in uno di quei posti singoli messi sul davanti, e stava praticamente in questa posizione: una gamba aperta a mo' di ranocchia, e il piede nudo signorilmente appoggiato sul ferro davanti. Insomma sembrava di essere a Versaiiles. Mancavano solo i pasticcini...

Ho Zebulon come testimone!!!! :P

[Via animalnewyork.com]



Tornando all'artista di cui sopra, questo è quel che ha dichiarato:

I surveyed 100 people on their top pet-peeves (not service related) while riding the Subway. I narrowed the results down to the top ten most occurring issues and rewrote them as a sort of list of rules. I designed posters in the style of the Service Changes posters we see everyday and silkscreened about 40 of each (400 total) and am currently putting them up on trains throughout the city, throughout this week. I encourage people to look out for them, and to take them before the MTA does.

Stiamo parlando, ovviamente, della metropolitana di NY.









Potete vedere il resto dei suoi lavori qui e qui








11 comments:

  1. How much I love that guy!! He's my new idol.
    He described everything I can witness myself on a daily basis in the Parisian metro. It's sort of amazing (and sad, too) to notice that Parisians are as stupid and inconsiderate as their New-Yorker counterparts!

    By the way, I regularly see people cutting their nails in the RER - it happened several times recently - and more than once, I've had to force myself to shut up ^^ Instead, next time, I think I'll make them lick their nail bits from the ground, and stick their nail clipper up somewhere the sun doesn't shine :D

    A French version of this would be so great! Mmmmmh... *whistling* :P

    And yes, I can testify that what you said about the French girls we saw aboard that bus in Cagliari is true :))

    (OK, now it’s time to take my relaxing pills :D)

    ReplyDelete
  2. @ acquaviva: assolutamente sì! Dovrebbe andare in tournée :-)

    @ Zeb: nooooooooooo really, do they cut their nails on the RER??? Oh shit! I'm glad I've missed it ^^
    But I mean, don't they have a fucking house, or what?

    Yes a french version would be great! :P
    Let's do it!

    (You're right to get crazy about, that's not a metro is a freaking zoo! And I feel to apologize to animals, cause they are a lot better that those uncivilized people)

    ReplyDelete
  3. Purtroppo e dico purtroppo l'ho visto fare ad un turista in una piazza storica della città...e non alle mani! Ero con la mia ragazza e tra un vaffa smoccicato con la bocca ed occhiatacce, la mia lei mi ha "portato" via per evitare che lo andassi a riprendere....hehehehe :PPPPP
    Non dico altro :D

    ReplyDelete
  4. Io veramente rimango a bocca aperta... non ce l'hanno una casa, una stanza d'albergo? Perché mi chiedo, da dove nasce la necessità di tagliarsi le unghie in treno, in metropolitana o addirittura (che è persino peggio) in una piazza storica?!

    A questo punto mi aspetto di vedere entrare in un vagone un tizio con secchio, acqua e spugna, pronto a farsi una semi-doccia in metropolitana :-D
    Nelle piazze storiche ci sono le fontane, non c'è nemmeno bisogno del secchio :P

    ReplyDelete
  5. La scena più curiosa a cui ho assistito in metropolitana è stata quando uno scippatore ha tentato di rapinare Acquaviva (la cito perchè mi è venuto in mente l'episodio leggendo il suo commento più sopra) e lei, all'epoca studentessa universitaria, invece di intimorirsi, gli ha tirato in testa il suo borsone pesante con i libri di architettura...quella donna era un mito già da fanciulla ed il malcapitato si è allontanato dolorante!

    Per il resto non ho mai visto le oscenità che raccontate voi per il semplice fatto che appena salgo in metropolitana estraggo il libro di turno che ho sempre in borsa e mi estraneo completamente dall'ambiente esterno, infettivo, pieno di germi,di salse, di odori e di muco...

    Lo so...sono terribilmente snob ma è l'unico modo per riuscire a viaggiare in metropolitana!

    ReplyDelete
  6. ragazzi che schifezza!!! Qui a Genova come ben sai, la metropolitana serve una sola parte di città e a me non è ancora capitato di prenderla , ma ne a milano neall'estero ho assistito a fatti eccessivanente inquietanti, se si esclude un topino che correva vezzoso sulle rotaie della metro a Londra....Baci e buonanotte a tutti

    ReplyDelete
  7. Il tagliarsi le unghie su mezzi pubblici purtroppo e' un esperienza che subisco quasi giornalmente sul bus.Sto pensando di diventare violenta ed attaccare il cialtrone in questione.
    Ed i bambini che,tornando da scuola,mangiano il chicken n'chips + fizzy drink e buttano tutto sul bus?A scuola che c***o ci vanno a fare?
    Moving swiftly on,i do know Doctor Who,i'm in love with John Barrowman (yes, i know he's a man's man,but a girl can dream....)
    Love & peace.

    ReplyDelete
  8. Oddio che defilé di orrori! Mai successo, mai visto, nemmeno me l'immaginavo che potesse succedere.
    Però quella della semi-doccia non è male... ho preso l'acqua tante di quelle volte che se avessi avuto il sapone in tasca avrei risparmiato tempo.

    ReplyDelete
  9. @ Virò: ahahahaha grazie per averci raccontato questa storia, grande acquaviva, così si fa! :-DDD
    Che poi i libri di architettura non sono assolutamente fra i più leggeri. Una bella botta di cultura per il rapinatore :P
    Virò, tu non sei snob, sei British e forse non te ne sei ancora resa conto ;-)

    @ Daniela: oh sì verissimo, qui serve solo una parte di città, e anche io non l'avevo mai vista, così un giorno con un mio amico ci siamo avventurati alla scoperta, col fatto che anche questa è stata disegnata da Renzo Piano bla bla (e che avventura! De Ferrari-Principe-De Ferrari, praticamente una o due fermate credo :P)
    Boh a me non sembra una metropolitana ma più una stazione ferroviaria sotterranea, non so come spiegarlo, non si respira aria di metropolitana ^^
    Oh e a Londra io aspetto sempre che i treni si allontanino per vedere i topini uscire fuori sui binari a mangiucchiare le briciole, o a scorrazzare felici. Io adoro i topi :-)
    Un bacione!!!

    @ Edith: evidentemente ormai è diventato un trend! Vorrei che gli cadessero le unghie a certa gente :P
    E certi bambini sanno davvero come essere irritanti, con la scusa che sono bambini fanno un po' quello che cacchio gli pare!

    Oh great, you know the show! :-)
    I am quite addicted I must confess, I am in love with the Daleks :P
    Ahahaha John Barrowman is a very funny bitch :-D
    Hope one day Capitain Jack Harkness will be back in Doctor Who!

    Oh and since Torchwood ended for good, you can see him (right now) in Desperate Housewives!
    I don't follow the show anymore, but I will watch at least one of those episode, just to see the character.

    ReplyDelete
  10. @ Auramagaaaaaaaaaaaaaaaaa: bentornata, ci sei mancata!!! :-)
    Veramente non ti è mai capitato di vedere orrori nella metropolitana di Parigi? Cavolo, io le cose peggiori le ho viste lì, però il taglio delle unghie fortunatamente me lo sono perso ^^

    Bisognerebbe girare coi mini shampoo da hotel in tasca, così uno si lava la testa e se la sciacqua contemporaneamente :P

    ReplyDelete