Thursday, 4 February 2010

I want this bottle!




Tasting Notes: Color: Ruby, translucent.
Aromas: Raspberry, cherry and chocolate and a hint of spice.
On the tongue, the wine feels warm without being heavy, despite the hefty 14.7% alcohol, and is dry without being drying.
The lush fruit and chocolate flavors finish very smoothly.  This one is easy without being  uninteresting.

[Via Winewaves]

Ma questa bottiglia la vorrei anche se contenesse acqua pura!
Qui un'altra selezione di vini dall'etichetta particolare...



 

Anche Fat Bastard non è male!

  

Questa invece ha una storia particolare! Pare che Jean-Marc Speziale, proprietario di un ristorantino vicino a Montpellier, per la precisione ad Aniane, si fosse stufato di leggere sempre articoli negativi sui vini della Languedoc-Roussillon (la sua regione) e così si è preso la sua rivincita producendo un vino con questo nome.
Certo, deve essere divertente leggere un articolo che parla bene de "Le Vin de Merde" , è un bel modo per prenderli per le palle costringendoli ad un ossimoro. 
Grande Jean Marc!  :-D

(E notare la finezza: c'è anche la mosca!)

ENGLISH PRETTY PLEASE!

The story of this wine is quite a strange one. Jean-Marc Speziale who owns a small restaurant near Montpellier, to be precise in Aniane, was quite fed up with the all the bad press that wines from his region were getting (Languedoc-Roussillon) so he decided to take his revenge making this wine!

Must be funny reading a positive review about "Le Vin de Merde", it is an oxymoron. 
Great man! :-D

(And there is even the fly!)
 


  

Here... do we need any explanation? 
This deserve an applause! It is like: "Ok, you Americans, rest of Europe and so on call us Frog-Eaters, right? Then drink this frog piss!"


[Via]

10 comments:

  1. Great selection! :D Wines with character, that's for sure... I'd buy a bottle of each, just for the label ^^

    Well, maybe I'd drink the content too :))

    ReplyDelete
  2. Con questo post ti sei guadagnata una dedica: http://www.youtube.com/watch?v=SoU2V1DpzLI
    BACIO!!!!

    ReplyDelete
  3. Zeb: problem is that those wines (like Fat Bastard and Bitch) are easy to find in USA, for what I've read. For the "crap" wine there is hope :-D

    http://www.youtube.com/watch?v=HdiylRB3ybw

    And the others... boh? I have no idea ^^

    Fed: grazie per la dedica e ti rispondo "per le rime" :-P
    http://www.youtube.com/watch?v=_b2F-XX0Ol0

    Un bacione!!!

    ReplyDelete
  4. uahahaha, ma grazie mille :)
    ma l'alimento nell'immagine sotto il titolo del blog cos'è?

    ReplyDelete
  5. E' una seada (plurale seadas) un dolce sardo buonissimo.
    All'interno dell'impasto c'è il formaggio, e fuori una colata di miele caldo.
    Si cuoce in padella, si frigge in pratica.
    Sappi che quella sciagurata che dovrebbe stare in segreteria, e che invece non ci sta, ne è totalmente dipendente!
    Ogni volta che sono a Pescara mi trapana il cervello perché le vuole mangiare, mi sa che una volta mi toccherà preparargliele :P
    Tu nel frattempo puoi ricattarla o manipolarla con false promesse di seadas, se vuoi la ricetta te la do :P

    La chiamerò in questi giorni, ma nel frattempo salutamela e dille che qui si sparla di lei!

    ReplyDelete
  6. Fortissima la bottiglia!!!!
    Senti, me le prepari anche a me le seadas :D
    Sembrano davvero deliziose!

    ReplyDelete
  7. Auramaga: volentieri :-D
    Un giorno organizziamo la seadas day a Parigi!

    ReplyDelete
  8. @Auramaga: Yes, let's do a "seadas day" in Paris! I tasted one last summer in Sardinia, and I'm craving for more.

    Count me in for the cooking and the eating (especially the eating :)).

    ReplyDelete
  9. Zeb I was sure I could count on you for the eating, I stil remember you drooling for them!!! :lol:

    ReplyDelete