Monday, 11 October 2010

CSI: Crime Scene IKEAstigation - Hasselbackspotatis



Scena 1

Interno giorno - IKEA
CAMPO MEDIO: area adibita alla ristorazione, tutti i tavoli sono occupati.
(brusìo di sottofondo)

Scena 2

PIANO AMERICANO: due persone di sesso femminile, con vassoio in mano, sono davanti all'unico angolo vuoto di una sorta di tavolino alto con gli sgabelli.

Muscaria: "Ci sediamo qui?"

Mamma di Muscaria: "Sì, va bene".

Scena 3

PRIMO PIANO di Muscaria

Muscaria: "Mmmh... buono... il tuo com'è?"

Scena 4

PRIMISSIMO PIANO del viso della mamma di Muscaria, espressione terrorizzata


Scena 5

DETTAGLIO: grosso moscone sopra ad una bottiglietta d'acqua.

Voce fuori campo della mamma di Muscaria:  "Aaaah che schifooooo! E' la mosca più grossa e schifosa che abbia mai visto!!!"


Scena 6

PRIMO PIANO di Muscaria - espressione indifferente, cibo vicino alla bocca


Muscaria: "Beh perché non hai mai visto quelle sui cadaveri ritrovati dopo un certo periodo"


Scena 7

TOTALE:  nessuno si muove, nessuno fiata più
Muscaria mangia soddisfatta.

Musica della scena della doccia di Psycho in crescendo.




E' da ieri sera che tento di postare (e pure di rispondere ai commenti!) sia qui che altrove, ma blogger faceva i capricci, così, dopo aver tirato giù tutta una serie di insulti, perché dopo essersi bloccato una marea di volta mi sono accorta che mi aveva  fatto sparire anche le foto, mi sono stufata ed ho lasciato perdere.

La cosa divertente è che oggi nel blogroll mi appare la ricetta delle Patate Hasselback di Menu Turistico, ma il post non c'è ancora.

Eh sì, perché quando l'ho visto ho urlato  "NOOOOOOOOOOO"  così mi sono precipitata sul blog per riderne insieme, invece il post non è ancora stato pubblicato.
Suppongo qualcosa sia andato storto anche a Daniela... blogger certe volte sa veramente come farti perdere la pazienza, e che il post sia quindi di prossima pubblicazione (magari proprio ora mentre sto scrivendo :P)


Peccato, sarebbe stato divertente trovarsi davanti a due post simili, magari postati alla stessa ora!

Ma torniamo alle Hasselbackpotatis.

Questo fantasioso modo di preparare le patate è totalmente svedese, e prende il nome dal ristorante in cui vennero servite la prima volta, nel 1700: l'Hasselbacken.


Queste patate "fisarmonicate" sono una delle cose più semplici da preparare, bellissime da vedere, e buone, buone, buone!
Il contorno di ogni fetta assume una croccantezza tutta sua mentre l'interno rimane morbido, così da conferire anche agli ingredienti che vorrete eventualmente aggiungere, una cremosità particolare.
Immagino che inizialmente venissero preparate in maniera molto semplice, ovvero con la buccia (come è tipico consumarle nel Nord Europa) e con un po' di burro.

Io le sbuccio e, talvolta, fra una fetta e l'altra metto una fettina di aglio (eventualmente poi si possono usare spezie ed aromi a volontà), a volte invece aggiungo sulla cima di ognuna una cucchiaiata di Philadelphia.
Insomma, ci si può sbizzarrire.

 
Ma anche al naturale, cotte solo con sale, burro, e pane grattugiato, sono davvero speciali.


Ma a voi che potete sbizzarrirvi più di me consiglio di provare a metterci su una cucchiaiata di pesto, vi assicuro, ne vale la pena!
Visto che io non posso più farlo, fatelo voi per me :P


Eccovi la ricetta:


    Ingredienser

    • 6 jämnstora fasta potatisar (ca 700 g)
    • 2 msk smör eller margarin
    • ½ tsk salt
    • 2 msk torr riven ost

        Gör så här

        Skala potatisen.
        Skär den i tunna skivor, men inte helt igenom.
        Lägg potatisen i en träslev så ligger den stadigt och du skär inte itu den av misstag.
        Ställ potatisarna med den skårade sidan upp i en ugnssäker form.
        Pensla dem med smält matfett och ställ in dem i 225°C, mitt i ugnen, ca 20 min. Ta ut dem och pensla en gång till med matfett.
        Strö över lite salt och riven ost.
        Baka potatisen ytterligare ca 20 min tills potatisen är mjuk.

        Servera Hasselbackspotatis till stekt kött, fågel eller vilt.




        Non mi dite che la volete in italiano eh!


        Ingredienti:

        - Patate medie
        - Burro (o margarina se non potete usare il burro)
        - Pane grattugiato
        - Sale
        - Pepe

        - Eventualmente formaggi vari, aglio, erbe, spezie, pesto, e tutto quello che vi passa per la mente.

        Preriscaldate il forno a 220°
        Sbucciate le patate, e tagliatele a fette senza arrivare in fondo col coltello (che spiegazione del cavolo!) in pratica le patate dovranno rimanere intere alla base e tagliate solo fino ad un certo punto.



        Potete infilare fra una fetta e l'altra dell'aglio, una foglia di alloro, oppure lasciarle così come sono.



        A questo punto potete fare in due modi.

        1) Ricoprire di pane grattugiato la parte superiore delle patate, completando con fiocchi di burro, prima di adagiarle sulla teglia precedentemente unta, e metterle in forno per una quarantina di minuti.





        2) Salare, pepare, imburrare leggermente le patate, ed adagiarle sulla teglia. Dopodiché infornarle per un tempo che può variare fra i trenta minuti e i quarantacinque (dipende dalle dimensioni delle patate).

        Mentre le patate sono nel forno, sciogliete del burro in un pentolino, ed una volta che le patate vi sembrano arrostite a sufficienza, spennellatele con quest'ultimo. Spolverizzate il tutto col pane grattugiato ed infornate nuovamente per altri dieci minuti circa.
        A me si è rotta la parte superiore del grill, per cui la parte superiore non è venuta croccante come avrei voluto...

        Smaklig måltid!







        29 comments:

        1. ma tua mamma si è ripresa, o è svenuta dopo l'ikea tour con mosca incorporata?suppongo che ovviamente tu l'abbia costretta alla maratona CSI-Grissom per comprovare le tue affermazioni, quindi no, non si è ancora ripresa.
          queste patate sono da svenimento, la mia versione preferita prevede la buccia e successiva inondazione di burro e panna acida...però anche il pan grattato....

          ReplyDelete
        2. La Dani la posta domani. La rima abbellisce, ma nulla toglie alla sostanza dell' abelinaggine di noi due, per altro equamente suddivisa, per cui ad un anno e mezzo di blog e a tre metri di distanza fisica l'una dall'altra ancora non abbiamo imparato a coordinarci. Ripeto: rispetto all'anno scorso, quando pubblicavamo nello stesso giorno la stessa identica ricetta, abbiamo fatto dei passi avanti...
          e comunque, la dani oggi era all'ikea.
          e ora, puoi preoccuparti del tutto :-)
          ciao
          ale

          ReplyDelete
        3. ..la famosa patata svedese..stop mi fermo...!
          Ohh adesso la faccio anche qui che Ikea nisba...le mosche si..belle grandi e....(musica tipo lo squalo...) la zanzare del dengue.....
          Poi magari compro anche il vassoio, lo sgabello alto e cosí mi sento tanto tanto nel primo mondo, poi vado allo fight club..
          Ma quanto mi manca l'ikeaaaaaaa....
          Domani vado a vedere la patata svedese della Dani..Baci, Simonetta

          ReplyDelete
        4. What? And you didn't even tell your mother those potatoes would taste even better with fresh flies in the middle??

          Well, you can go and explain her now, while I'll finish your "regular" potatoes - with maybe a bit of cheese... pesto... cream... AAAAARGH, we're out of potatoes!! >____<

          (Too bad this recipe is not in the "IKEA Kondis" iPhone app ^^)
          *clicky for a little video!*

          ReplyDelete
        5. ok, va bene... allora faccio finta di niente e la mia patata svedese la posto un'altra volta!
          No, non scherzo... comincio a preoccuparmi sul serio!!!

          ReplyDelete
        6. ahaha adoriamo CSI, CSI Miami, CSi NewYork, CSI LasVegas, CSI Capodimonte, CSI CasaMicciola, CSI Torbella e Torpigna :D
          senza scherzi lo adoriamo e ci sa che lo stiamo perdendo ora ora..non abbiamo la tv, ma voci di corridoio dicono stia passando oggi...
          bando alle rosicate sui telefilm e sulle mosche e sui cadaveri, passaimo alle cose serie, ovvero le patate...da provare, sicurasmente anche di schena per una cena con gli amici

          ReplyDelete
        7. @ Giò: amici e parenti sono consapevoli del fatto che con me questi rischi si corrono sempre :-D
          E no, mia madre non è svenuta, ormai ha fatto il callo a queste cose, ha visto e sentito di peggio! Erano quelli intorno a noi ad essere meno preparati :-DDDD

          Eccco a cosa non avevo pensato, alla panna acida!!!!
          GRAZIEEEEEEEE
          (E' vero io la panna non posso mangiarla, ma so come prepararmi una finta panna acida :P)

          @ Ale: ma io vi amo anche per questo, perché siete totalmente abelinate :-DDDD
          Ecco, se la Dani oggi era all'Ikea allora inizio davvero a preoccuparmi...

          @ Glufry: per le zanzare del dengue proporrei la musica de "lo squalo" ma suonata dalla London Philharmonic Orchestra! Sticaaaazzzi!!!

          Per la patata in questione (e no, questa volta non stiamo parlando dell'ultima opera di Rocco Siffredi) all'Ikea che io sappia non la preparano, ma potrei sbagliarmi.
          In compenso a casa la puoi tranquillamente preparare, perché gli ingredienti e l'inventiva a te non mancano di sicuro ;-)
          E domani aspettiamo tutti quella della Dani!

          @ Zeb: shit, you know me too well :-DDDD
          Thank you for the video of the IKEA Kondis, that iPhone application is amaaaaaaaazing!!
          I WANT IT! :P

          @ Acquaviva: nonnonnonnnononooooo ti prego postala adesso!!!! Dai, qui siamo in famiglia, un triangolare del genere quando mai ci capita di nuovo?
          Non puoi non postarla ADESSO!!!! :P

          @ labandadeibroccoli: e CSI Forlimpopoli ce la vogliamo dimenticare???? :-DDD
          Per una cena con gli amici sono perfette, sceniche da morire!

          "Who are you? Who, who, who, who?"

          ReplyDelete
        8. E' la terza volta che cerco di lasciare un commento, blogger oltre a farmi impazzire ieri sta continuando anche oggi!

          Ma sai che piu' di una volta ho pubblicato qualcosa che identico stava apparendo nello stesso momento in altri blog? Dev'essere la food telepatia :-))))

          ReplyDelete
        9. Delle patate veramente gustose!!! specialmente se non ci sono mosche nei paraggi!! Complimenti un post simpaticissimo da vera regista!! Ciao Simona

          ReplyDelete
        10. lo adotterò come espediente per farmi spazio nei luoghi troppo affollati, una trovata davvero geniale!

          ReplyDelete
        11. Fatti un giro sulla tua mail privata e scopri che...le stavo pubblicando anche io e proprio stamattina. Non dico altro che sono di corsa...
          A dopo.
          PS
          Primo piano su di me che vedo che entrambe avete postato la stessa ricetta che stavo per pubblicare io...messa a fuoco della gengiva rossa con contorno di risata senza ritornooooo ahahahahahaha :DDDDD
          PS2
          Io mi preoccupo e non scherzo :P

          ReplyDelete
        12. Il che, per altro, conferma una sacrosanta verità, già abbondantemente emersa in più occasioni: che qui dentro, l'unica sana di mente sono io. E questo è realmente preoccupante :-)))

          ReplyDelete
        13. Effettivamente...:))))))))))))))))

          ReplyDelete
        14. e vabbbene! Questa settimana le preparo anche io, però non le posto!
          un abbraccione, Antonia

          ReplyDelete
        15. @ arabafelice: sarà food telepatia o fool telepatia?
          Perché qui, visto l'ambientino, temo si tratti di telepatia del secondo tipo :P

          @ le pellegrine Artusi: Ti ringrazio! :-)
          E attenta alle prossime mosche, col burro salato possono fare la loro porca figura :-D

          @ Fabiana: esatto! Credimi, è una tecnica che funziona sempre :-)

          @ Gambetto: visto e risposto, ma soprattutto RISO!!!! :-DDDDD
          Tutto questo è veramente assurdo, deve pur voler dire qualcosa!

          Bella l'inquadratura della gengiva bwhaahahaha :-D

          PS: ora arriva Daniela e ci spacca la faccia a tutti e quattro (a me, te, acquaviva e quella cialtrona della sua socia che se la tira da sana di mente TSK!)

          @ Ale: tira immediatamente fuori quella Hasselback che nascondi nella tasca!

          Io proporrei di festeggiare il prossimo anno intorno a questa data l'Hasselback Day!

          @ gigadea: edddaiiiiiiiii postaleeeeee!!!! Hasselbackati anche tu, non te ne pentirai, sono strade senza ritorno :P

          ReplyDelete
        16. Occhei e se la Ale pensa d'essere l'unica mens sana...c'è da avere paura tutti!
          hahahahahhahahhahaha :D

          ReplyDelete
        17. @ Ginestra: esatto!!! Terrore puroooooo :-DDDD

          ReplyDelete
        18. @ Muscaria, Gambetto e quell'altra abelinata della mia socia, possibile che viviamo tutti in uno stato di simbiosi cucinica? Non so se notate l'eleganza del termine, nevvero! e io che pensavo di aver fatto una cosa originale ah ah ah ah ah ..... Ah si, a proposito, ero in effetti all'Ikea anch'io....... ah ah ah ah se non è una risata alla psycho questa......

          ReplyDelete
        19. Buone e belle,con tanto di storiellina dell'orrore annessa.Penso che prima o poi dovro' pagare un tributo ad un bravissimo cuoco che a Londra le faceva quando ancora la gente non vedeva al di la' del fish n'chips. Kisses.

          ReplyDelete
        20. Buonissime queste patate!!
          Ma che schifo la mosca :(

          ReplyDelete
        21. @ Daniela: Ahahahaha ti adoro! :-DDD
          Questo attimo di psicosi generale non ha prezzo!
          Ah ah ah ah ah ah ah (risata horror-isterica) cosa potrà mai essere dottore? C'è una cura? No perché se esiste NOI non la vogliamo!:-DDDD

          @ Edith: Oh sì raccontaci tutto! :-))))
          xoxo

          @ Auramaga: mi sento di dire che quella poteva tranquillamente essere una mosca da arrosto, nel senso che si poteva affettare tranquillamente da quanto era tozza :-D

          ReplyDelete
        22. Oddio, non ti conoscevo, ma dopo questo post col cavolo che ti lascio scappare!Ti seguirò fino all'ultima mosca!!!Eh eh eh!!!

          ReplyDelete
        23. Ommiseria, che ridere, fossimo vicine potremmo fare dei danni, io e te... anni fa feci un polpettone in crosta di sfoglia magnifico, per una cena di 15 persone.. decorai con i ritagli facendo un topino.. (non si deformò nemmeno in cottura!)... quando un tizio chiese: cosa c'è dentro? io risposi, serissima: polpettone di topo. Questo impallidì, poi disse ma va...
          al che un'altra, serissima: ah ecco a proposito, ma tu gliela togli prima la codina o la cuoci insieme al resto prima di tritare? e i baffi?....
          Il poveretto non mangiò più nulla..
          ma che ridere.... :-))
          ora però devo ritornare su e capire dov'è la ricetta di queste patate..
          alla brutta, vado da Ikea, che sacrificio!!! ^_^

          ReplyDelete
        24. @ UnaZebrApois: ti ringrazio tantissimo, è davvero un piacere averti qua! :-)))))

          @ madama bavareisa: ahahahahahaaaaa (rido anche se io amo i topi!) ma tutta la scena e l'intervento della tua spalla mi ha fatto piegare in due :-DDDD
          Oh sì potremmo fare grossi danni insieme!

          ReplyDelete
        25. Affettata fa ancora più schifo :-|

          ReplyDelete
        26. Non mi parlare di Blogger che a volte fa scappare la pazienza..
          Ogni tanti mi capita di caricare le immagini (io di solito ne carico molte, specie se sono di viaggio) e quando mi accingo a scrivere il testo le foto sono sparite...un mistero e una rabbia che non ti dico...
          Spero di riuscire a postare questo commento...succedono cose strane anche in questa fase del nostro "sofferto" lavoro di blogger..
          Ottime le tue patate, ben spiegate e dall'aspetto veramente invitante....
          Si ha sempre bisogno di ricette semplici e ..geniali!!
          baci

          ReplyDelete
        27. Ti ringrazio per il sostegno, blogger andrebbe preso a calci nel sedere!!!! :-D

          Un bacione e ancora auguri :-)

          ReplyDelete
        28. Sei troppo forte!!!! .... non ho patate in casa (tranne quelle viola che per questa ricetta non vanno bene)....se no!!! Bella ricetta, grazie ciao EliFla

          ReplyDelete
        29. @ Elifla: ti ringrazio :-))))
          Hai ragione, quelle viola non rendono in una preparazione simile, però però con quelle viola vengono fuori certe meraviglieeee :P

          ReplyDelete