Monday, 26 July 2010

Biancaneve e il suo succulento banchetto

Paris, Centre Pompidou




Consiglio, come sempre, di cliccare sulla foto per vedere meglio i dettagli.
Come avrete capito, non ho ancora creato un account su flickr, lo faro' appena avro' un po' di tempo da dedicargli...
Nel frattempo, mentre scrivo, mi tengo in allenamento con le parolacce.
Credo di aver recitato almeno la metà della Table of Swearing scrivendo queste due righe, e questo perché sto scrivendo con una maledettissima tastiera francese!
Mi tocca correggere ogni tre secondi quel che scrivo, senza contare poi il fatto che la suddetta fottutissima tastiera è anche priva degli accenti che mi servono!

E non è che non abbia il mio notebook con me, ce l'ho.
E non è solo perché si scrive meglio da un pc fisso che sono qui a scendere a compromessi con la malefica azerty, è che ho anche avuto la grandiosa idea di non mettere il cavetto del notebook in valigia (e di mandarlo invece direttamente in Sardegna) solo perchè dovendo viaggiare il più leggero possibile, visto che ancora devo stare attenta agli sforzi, ho dovuto eliminare il superfluo per fare spazio all'indispensabile.

Cosi' ora mi ritrovo con la batteria quasi scarica. E azerty sia!




Tornata a Parigi ho iniziato a fare la furbetta, l'appetito piano piano stava tornando (anche troppo) e questo ha dqto ovviamente il via ad un vero e proprio delirio di onnipotenza: "Oh si'  posso fare tutto, sono in piena forma!"
Solo per aver affrontato uno dei viaggi più stupidamente complicati ever credevo di aver magicamente ripreso quelle forze che ancora evidentemente non ho, cosi' il primo giorno in cui ho deciso che era tempo di mettermi in moto come si deve mi sono ritrovata, per ben due volte, a rifugiarmi da Starbucks.

Prima sosta: un'ora e qualcosa
Secondo stravaccamento sul divano starbucksiano: due ore e mezza
Tutto nello stesso giorno, of course.

Insomma, devo ancora andarci piano.


Fortunatamente da Starbucks si lavora talmente bene che vale la pena spendervi ogni giorno qualche euro, non solo ha comode potrone e divani, non solo nessuno ti rompe le balle, ma ha anche la connessione.
In realtà Parigi è praticamente tutta wi-fi da parecchio tempo, persino nei parchi, per cui Starbucks non fa eccezione :-).

Cosi', in una giornata in cui sole e pioggia si sono alternati, e persino sovrapposti, in uno dei miei giri all'interno del Pompidou mi è caduto l'occhio su una lunga tavola imbandita.
Sulla bianca tovaglia spiccava un bel mitra nero.
Potevo, secondo voi, resistere a questa cosa?
No, ovviamente!

L'allestimento è di Catherine Bay, il titolo è: "Blanche-Neige, Le Banquet"
La performance è andata avanti per sei giorni, credo sia finita ieri.
Mi spiace non essere riuscita a scrivere questo post prima...

La tavola è imbandita per diverse Biancaneve, ognuna di esse con una personalità diversa, e diversa etnia. Sono tutte piuttosto incazzate, armate, e hanno un sacco di cose da dire, o da esprimere a gesti.





E, visto che non siamo gli unici ad amare la buona tavola, eccovi una panoramica post prandiale delle varie Biancaneve...


Facciamo un giro di ricognizione


Meglio essere in due a controllare la situazione


Massi' magnamose sta bbanana va!



Guarda che ti vedo eh!



Natura Morta con cristalli




(Quando ho letto spectacles ho pensato che vendessero anche occhiali! Lo so, sono un caso britannicamente clinico)



Natura Morta 2



Natura Morta dall'alto




Ma guarda dove mi tocca dormire porca Grimilde!



Sticazzi



Non se ne puo' più di mangiare solo banane!



Dai, facciamo fuori l'ananas bastardo!



Aaaaah Noblesse Oblige





(Spero abbia uno specchietto retrovisore, perché se il nemico arriva da sinistra è fottuta)



Povero moi, prima mi illudono portandomi a fare una fasciatura al pronto soccorso e poi mi fanno secco!



E' dura essere cacciatori, oggi.


Non ci sono più le Biancaneve di una volta...



Queste sparano, maledizione!


AARRGHH il salame di cinghiale di ieri sera, ce l'ho ancora tutto sur le estomac!




E siccome queste Biancaneve volevano essere certe che il loro messaggio venisse percepito in tutti i modi, hanno usato anche questo mezzo:




(questa è la mia preferita)


(si' è assolutamente la mia preferita)




(attenzione, mostra il mignolo: è troppo nobile!)



(la muta è spettacolare!!!)



(questa non ha bisogno di muovere un dito per far vedere quanto è incazzata nera)


Bla bla bla bla bla bla

  


Buona giornata a tutti!

17 comments:

  1. Thanks for giving me a good laugh, little one :D Your description of the Snow White performance is the best!
    Let's hope the salame di cinghiale won't stay on my stomach as well :))

    ReplyDelete
  2. Perchè non facciamo anche noi la nostra bella tavolata-manifestazione?! :P
    Gli elementi ci sono tutti. Tu con un mitra che fai "fuori" tutto ciò che giudichi troppo convenzionale e conformista, Virò che non ha un blog è la voce fuori campo della narratrice fredda e caustica, Alessandra (Raravis) con Daniela potrebbero essere le Kessler a capotavola, la prima con la Mini parcheggiata vicino indaffarata a convincere la socia che il libro che ha scelto per la sua community ha una sua validità e che non sia solo mondezza, la seconda silenziosa ed atterrita dal fatto che la prima si eclissi costringendola a controllare il blog, la Mapi invece compostamente seduta a metà tavola con la sua collezione di rastrelli di precisione intenta ad insegnare ai suoi vicini l'arte Zen della "grattazio sine sofferentia", Acquaviva leggermente defilata ad "ovest" intenta a scrivere un manuale per l'uso bellico delle alghe Kombu, utili anche per la fuzione a freddo...io a ciabattare in costume e pantofole invernali mostrando i miei quadretti artistici con aria debosciata e svilita....Zebulon alla cassa ad assicurarsi che le persone che entrano paghino il biglietto di cotanta arte tutta insime ahahahahaha :PPPPP

    ReplyDelete
  3. Ovviamente "fusione" e non "fuzione"...no leggo ancora perchè ho il "terore" di quello che ho scritto...scappo per non vergognarmi troppo! ahhahahahaha :PPP

    ReplyDelete
  4. Ma Grimilde?I due avvoltoi?Berlusconi?
    Gli elementi mancanti(in realta' ho il sospetto che i mitra siano gli avvoltoi,Berlusconi la biglietteria) non distolgono da questo deliziosissimo allestimento!
    Una volta,al mitico Rubber Ball,ho visto una cara ragazza con l'abitino di Biancaneve interamente in lattice e ricordo che il mio subconscio mi disse che la cara ragazza in questione avrebbe potuto fare uno sforzo in piu'.Grazie per aver palesato il tutto a distanza di un decennio or so.
    See you at the caddozzoni....
    Love n'cotillons!

    ReplyDelete
  5. davvero molto interessante questo reportage... ci voglio tornare su con più calma perché credo che stimoli parecchie riflessioni...!! :-)

    ReplyDelete
  6. @ Zeb: Thank you :-)
    Don't worry, your stomach knows very well how to deal with a cinghiale :-DDDD

    @ Gambetto: io assolutamente CI STO!!!! Ahhahahahaha :-D
    Che tavolata perfetta!!! Praticamente il Louvre ci farebbe un baffo, pfui!

    Ovviamente c'è posto anche per gli altri cialtroni :P

    Se vuoi conoscere il vero "terore" usq una tastiera francese!

    @ Edith: Grimilde l'ho intravista per due secondi ma non l'ho fotografata perché non l'ho trovata interessante, era troppo banale a mio parere; Unq tizia con un tubino lungo nero e due piume sul décolleté messe in croce non mi ricordqno affatto la stupenda Grimilde!

    A proposito di vestitini di lattice ne avevo anche io uno simile, non era quello di Biqncqneve (in realtà era più unq sorta di baby doll di latex con le maniche a sbuffo) pero' grazie per avermerlo ricordato :-DDDDD

    Caddozzoni forever!!!!

    Love n'cotillons è fqntqstico :-DDDD

    ReplyDelete
  7. @ madama bavareisa: ti ringrazio :-DDD

    ReplyDelete
  8. ....grandioso....superb....genial...non so se mi sono identificata di piu' con quelle con il mitra o quella con i piedi sulla tavola...probabilmete farie un sincretismo e unirei le due posizioni,,,con 'ste Biancanevi Grimilde e' una dilettante...Baci

    ReplyDelete
  9. io alla tavolata partecipo solo se posso indossare dei very original spectacles di quelli che vendono alla biglietteria...
    Per le munizioni all'aroma alga ci sto già lavorando, dovrebbero risultare più leggere rispetto al cinghiale ma altrettanto efficaci.
    Se vi servo fatemi un fischio: mi trovate immoralmente affondata in qualche divano di Starbucks.

    ReplyDelete
  10. @ Glufry: oh si' assolutamente un sincretismo! Non si puo' optare per l'una o per l'altra, è una questione di completezza e serietà, e noi siamo persone mooolto serie e sopratttutto complete :P

    @ Acquaviva: ma absolutely yeah!!!
    Sarebbe un oltraggio non indossarli.
    Ti faccio un fischio dal divano di Starbucks di fianco al tuo.
    Certo che 'sti tavolini sono comodi, una goduria per i piedi, vero?...

    ReplyDelete
  11. Che resoconto divertente! deve essere davvero splendido poter visitare tutto questo...vivendo a Parigi...dove il wi fi è di casa già da un pezzo...poveri parigini che vita grama che grama vita!!! meglio azerty a Parigi o qwerty a Palermo? agli altri l'ardua sentenza.
    Buona giornata :-D

    ReplyDelete
  12. fantasticamente geniale!di sicuro sono quella con i piedi sul tavolo.grazie del tuo reportage!

    ReplyDelete
  13. Io narratrice fredda e caustica? Ma come vi viene in mente?

    Ma se l'unico nano che non detestavo era Brontolo...

    ReplyDelete
  14. Ahahahahahaha...losapevo-losapevo-losapevo che lo avresti detto!! :DDDDDDDDDDDDDD

    ReplyDelete
  15. @ Sonia: ti ringrazio e benvenuta :-))))

    Mmmmh ci devo pensare per la azerty a Parigi e per la qwerty a Palermo... chiedo un po' a Montalbano! :P
    Buona giornata anche a te ;-)

    @ Lucy: mi sa che quella coi piedi sul tavolo ha conquistato i nostri cuori :-D
    Grazie a te!
    Un bacione!!!

    @ Viro': sei adorabile, non ci sono altri modo per definirti! -DDDD

    @ Gambetto: io non lo sapevo che l'avrebbe detto ma ci speravo proprio!!! :-DDDDD
    Questa Viro' non ci delude mai!

    ReplyDelete
  16. navigando ci aveva incuriosito il nome del blog, abbiamo letto il profilo e ci siamo ammazzati dalle risate, il post è fantastico..insomma sarà un piacere seguirti.
    grazie per il reportage su catherine bay!

    ReplyDelete
  17. @ labandadeibroccoli: vi ringrazio tantissimo e benvenuti!
    (Anche se in ritardo... scusatemi!!!)

    Oh, anche voi come nome non scherzate eh! :-DDD

    ReplyDelete