Monday, 31 May 2010

A me l'Unione Europea ha veramente rotto l'anima!


L'Unione Europea ha deciso che dal 1° di giugno (quindi da domani)  non potremo più avere in tavola seppie, calamaretti, telline, cannolicchi, etc.
Addio buridda, addio farinata coi bianchetti, addio frittura di paranza, addio alla sagra delle telline, addio ad un sacco di cose.
E addio lavoro anche per un sacco di gente...
E' stato stimato infatti un danno economico di 5 milioni di euro solo per l'Italia.



Questo, grazie all'entrata in vigore del "Regolamento Mediterraneo" che impone non solo nuove distanze dalla costa, ma anche un allargamento delle maglie delle reti dei pescatori.
Ora, se tutto questo venisse da un qualsiasi ente di protezione per l'ambiente, rinuncerei più che volentieri alle spaghettate con le telline (piatto che peraltro ha meritato il riconoscimento di slow food),  rinuncerei anche alle seppie, ai calamari, etc. rinuncerei a tutte queste cose per amore della "non estinzione".

Ma dell' Unione Europea io non mi fido mica tanto...

Non mi fido di chi ha cercato di rendere illegale con tutte le sue forze i forni a legna per le pizze, cercando di insegnare A NOI come si fa la pizza.
Non mi fido di chi spinge a produrre il cioccolato infilandoci più porcate possibile, eliminando quindi la giusta e sana  percentuale di burro di cacao.
E non mi fido di chi boccia la norma nazionale che obbliga ad indicare nell'etichetta la provenienza delle materie prime (così per esempio da impedire di spacciare per italiano il latte proveniente da mucche straniere)
E non mi fido da chi spinge la produzione di vino senza uva, o del vino con lo zucchero, e di chi il vino lo vuole fare invecchiare artificialmente nella segatura, e non si scandalizza nemmeno!
Non mi fido di chi vuole che nel latte si mettano le polveri di caseina.
Ma la lista sarebbe infinita...
Queste norme danneggiano tutti i Paesi che hanno da offrire qualcosa in termini di qualità, dal punto di vista eno-gastronomico, e l'UE  facendo così dimostra di strabattersene l'anima non solo della qualità,  ma anche della salute delle persone, e dell'ambiente stesso.

Io vorrei solo dire una cosa a questi signori che pretendono di insegnare agli Svizzeri come si fa il cioccolato, agli Olandesi come si fa il formaggio, agli Italiani come si fa la pizza e magari ai Francesi come si fa lo Champagne ( anche qui la lista potrebbe andare per le lunghe): se non sapete cucinare, se non avete vigneti, se non sapete fare il vino, se non avete abbastanza sole per far crescere frutti, se non sapete fare il cioccolato, se le vostre mucche sono pigre, se da voi non piove abbastanza per far sì che i campi abbiano il loro nutrimento, se avete una moglie che non sa cucinare, se il vostro letame non puzza come il nostro, non prendetevela con noi!

D'altronde, quando venite nei nostri Paesi in vacanza, vi nutrite esattamente di tutte quelle cose che vorreste vietarci di produrre.
Invece di crepare di invidia cercando di trasformare tutte le cucine d'Europa in cucine sfigate (come probabilmente sono quelle di casa vostra, perché diversamente vi scandalizzereste davanti a certe cose) iniziate a mettervi una mano sulla coscienza, sempre che ne abbiate una!
Anche le tradizioni di ogni Paese vanno preservate, abbiatene rispetto.

Tornando alla questione di prima (perché mi rendo perfettamente conto che sono due cose diverse), per quanto mi riguarda se fosse una questione di pericolo di estinzione, sarebbe diverso.
Ma in questo caso, vista la poca attenzione per la qualità elencata precedentemente, io i miei dubbi li ho, benché abbiano dichiarato di volerlo fare per tutelare le specie a rischio ed il nutrimento dei pesci adulti.
Magari fosse per quello! Sarei totalmente d'accordo, questa volta.

Non è che questa nuova normativa per esempio, costringerà l'Italia a dover comprare calamaretti, telline, seppie, etc da altri Paesi? Così che per mangiare un piatto di calamari fritti uno deve accendersi un mutuo?

No perché il dubbio viene, ed è lecito.

Ovviamente se non fosse così, e se lo scopo fosse davvero quello della salvaguardia delle specie animali marine, allora che ben venga una normativa del genere!. Sono la prima ad appoggiarla.
E sono anche d'accordo sul fatto che si stia davvero esagerando, che al mondo siamo in tanti, e che stiamo schifosamente distruggendo tutto.
Se si dovesse rinunciare a qualsiasi tipo di pesce per cinque anni, solo per salvaguardare le specie, sarei assolutamente d'accordo.

Però sarebbero graditi anche dei dati alla mano, grazie.


PS: nonostante possa sembrarlo, questo non è assolutamente un discorso di tipo politico, ma solo ed esclusivamente umano.

11 comments:

  1. Grazie per essere passata a trovarmi...mi ha fatto molto piacere!!!A presto!

    ReplyDelete
  2. Grazie a te! E' un piacere averti qui ;-)

    ReplyDelete
  3. Mi trovi perfettamente d'accordo. Penso al cioccolato e mi vengono i brividi. Gunther di PapilleVagabonde dedicò un post per questo argomento. "A pensar male si fa peccato...ma quasi sempre si indovina"...quindi condivido anche l'ipotesi di apertura a mercati differenti. Che amarezza.
    Grazie per lo spunto di riflessione ;)

    ReplyDelete
  4. E' meglio che taccia. Perchè son figlia di pescatore e se faccio tanto di aprir bocca so che dovrò pentirmi fino alla fine dei miei giorni. Per cui, chiudo qui, aggiungendo solo una nota asperrima all'amarezza di gembetto, sul fatto del pensar male. Secondo me, è peggio. nessun complotto, nessun intrallazzo. Solo tanta teoria- di pari passo con tanta stupidità... che è molto, ma molto, ma molto peggio, fidati...
    che tristezza,,,

    ReplyDelete
  5. Una persona che conosco usava dire "Io non penso male, penso peggio!" :-D

    In questo caso secondo me è proprio così! C'è anche il caso dell'aranciata, che con la nuova normativa può anche non contenere succo d'arancia!

    Spero che la UE finisca nel nulla entro qualche anno, perchè questa unione sinceramente sta solo portando danni (soprattutto economici) ai Paesi che ne fanno parte (eccetto chiaramente la Germania!!!).

    ReplyDelete
  6. io non mi fido...mi unisco al coro

    ReplyDelete
  7. Questo e' post veramente triste,ma e' pieno di verita'!Siamo in balia di alcuni imbecilli che non hanno la piu' pallida idea di cosa sia il cibo vero e di come si prepari.Oggigiorno se mandi avanti un ristorante ti mettono la multa se usi i cucchiai di legno!!!Le marmellate non si possono mettere nei vasi di vetro!!!Ed il gelato,mi raccomando,che sia industriale,cosi siamo sicuri che ci sia stata una pastorizzazione da chilo (chi se ne frega se e' fatto con l'olio di palma,l'importante e' che sia "safe")Il post di Gunther sui nuovi alimenti,come il "non formaggio" da mettere sulla pizza la dice veramente lungo sulla condizione,gli obiettivi e l'etica della food industry.......
    xxx,hugs

    ReplyDelete
  8. Nothing special to add, I think all has been said already ^^ I agree with you, obviously.
    Instead of breaking our balls with raw milk cheeses or the diameter of bananas, those technocrats in Brussels should care about things that truly matter. Like tell the food industry to stop putting so much crap in their food! (if we wanna stay on the subject).

    ReplyDelete
  9. @ Gambetto: devo andare a cercare il post di Gunther, i suoi post sono sempre interessantissimi! E questo mi sa proprio che me lo sono perso...

    @ Ale: e mi sa che hai ragione... e fa decisamente più rabbia!

    @ Luigi: è vero, c'è anche la storia dell'aranciata! Ma perché non se la bevono loro.
    Io, se potessi, organizzerei un bel catering per l'UE, con tutte le schifezze che vorrebbero farci mangiare.
    Poi vediamo quando a fine cena vanno tutti a far festa al pronto soccorso (o nei bagni del pronto soccorso) chi è che si diverte di più!

    @ Paolo: appunto, come ci si può fidare?
    Grazie per far parte del coro ;-)

    @ Edith: sono malati di mente!
    Ora stanno rompendo i coglioni anche ai produttori del formaggio nel marmo e a quelli del formaggio di fossa.
    Dai date anche fuoco ai nostri libri di storia già che ci siete!
    Vado a cercarmi il post di Gunther, che è ormai una garanzia per me, immagino già le meraviglie...
    xoxo

    @ zebulon: ahahaha the diameter of bananas, thank you!!! :-DDDDD
    Yes if we wanna stay on the subject better talking about crap for sure! :-DDD

    ReplyDelete
  10. In my sentence, the subject was more food than crap, but your view is also completely valid :))
    (Seriously! They really specify dimensions for bananas! Crazy people...)

    ReplyDelete
  11. Better I don't say what I am thinking about them and their "problem" with the banana dimensions!
    This is a public place, I have to behave ahahah :-D

    ReplyDelete