Tuesday, 13 April 2010

Risotto al Müller Thurgau con Asparagi, Porri, e Lemon Zest

In pratica vi ho gà detto tutto!


Scusate la pessima qualità delle foto ma oltre ad avere la casa impacchettata per i lavori (e la luce è quella che è) ero anche di fretta: stava per iniziare la partita del Genoa!!!!



Anche questo è uno di quei piatti che nasce nei momenti più assurdi, e cioè, quelli in cui non ho tempo o voglia di cucinare. In pratica quando parto con l'idea di mangiare un riso in bianco, ed invece va a finire diversamente.

Questo piatto è nato ieri, poco prima della partita, mi sono detta che non c'era tempo per spadellamenti violenti, così mentre sto per mettere l'acqua nella pentola mi dico che effettivamente dopo una giornata pesante meriterei qualcosa di più, visto che avevo anche cotto degli asparagi freschi, e non avevo mangiato praticamente nulla durante la giornata.
Così metto a saltare un porro tagliato a rondelle insieme ad una bella cipolla, aggiungo gli asparagi, e infine il riso da tostare.
Innaffio il tutto con del Müller Thurgau Cuvée Special di Cavit (anche questo faceva parte degli avanzi di Pasqua ed era lì in frigo che aspettava di essere usato) e poi procedo con la solita tecnica, alternando le aggiunte di brodo e vino.

Una volta cotto e mantecato il tutto (beh mi sono creata nel piatto un personalissimo laghetto artificiale col Philadelphia, solo per vendicarmi del fatto che non posso toccare gli altri formaggi)  ho ricoperto il piatto con una grattugiata live più che goduriosa (thanks Microplane) di buccia di limone staccato pochi giorni fa da un albero delle Cinque Terre.

Non un normalissimo limone bio, credetemi, ma qualcosa di veramente spettacolare! Riesci a sentirne persino l'olio quando lo grattugi...



Quella della buccia di limone mi è venuta così sul momento, proprio perché ho questi limoni a casa che davvero ti lasciano senza parole, sia per il gusto che per il profumo.
La buccia una volta grattugiata è di una sofficità e freschezza incredibile.
Quindi ho sperimentato, ho provato prima in un angolino del piatto, ho assaggiato, e dopo essere andata in estasi, ho proceduto con l'abbondante spolverata ufficiale, che però nella foto non si vede perché ero già in fase masticatoria.

Sapete com'è... dicono che sia maleducazione fotografare qualcosa con la bocca piena! :P

12 comments:

  1. che mondo sarebbe, senza microplane????
    io sono stata folgorata da Mact's, anni fa, e da allora ho detto NO a tutte le altre. Però, quelle che ci sono qui in Italia sono prevalentemente lunghe e strette e rendono "a metà". Se non hai ancora il modello base (un rettangolo normale!) procuratelo, perchè è tutta un'altra storia...
    la carogna come va? la mia è archiviata, insieme alle imprese di quest'anno, assai poco epico...
    P.S. non sei su FB, ma se ci fossi moriresti dal ridere dietro alla creatura che, dopo aver sfidato impavida la sorte, con peana di vario genere (il più gettonato era la famosa coppia di ottonari "che si vinca o che si perda/forza genoa e doria..."), continua imperterrita a sferrare colpi- e sempre in attacco. Da quando ha letto l'Iliade, non è più la stessa!!!!!)

    ReplyDelete
  2. Ti butto là questa idea per la prossima volta che ti viene voglia di risotto e sei di frettissima: arriva a realizzare la ricetta nella pentola a pressione fino alla sfumatura del vino (ops...del Signor Vino!), copri con il brodo, chiudi e calcola circa sette minuti dal fischio...termina con mantecatura e limone (preparato con la Signora Microplane, concordo) e benedici l'inventore di tale meraviglia...

    ReplyDelete
  3. mmm...mi hai messo 'na voglia! XD
    intanto ti annuncio che ho provato a fare le ciambelle come da tua ricetta *____*
    hanno spopolato!!
    con mille gusti! la prox volta faccio anche la foto!
    (ah, sò Chiara/karicola, nè!ma il nuovo account ha cambiato nome dal nuovo blog che ho messo sù! XD )

    ReplyDelete
  4. Mmmmh :D (yum!). I have to buy the riso Arborio to cook this recipe next time you come to Paris...
    OK, it's true I can also do it before, especially if I want to enjoy those lemons before it's too late ^^

    ReplyDelete
  5. complimenti un gran bel risotto molto raffinato e ben preparato

    ReplyDelete
  6. Finalmente una foto che fa venire voglia di mangiare!
    Antonia

    p.s.: ho letto il tuo suggerimento su "il senso di Smilla per la neve". Concordo con te sulla noia però, ti posso assicurare, che se leggi quel libro in estate provi refrigerio. ^_^

    ReplyDelete
  7. @ Ale: oh sì, la sacra Microplane una volta che la conosci non la lasci più!

    Italia? What's Italia? :-D
    La mia bella raspa viene dritta dritta dagli USA.
    Però ammetto di non avere quella rettangolare!
    Azzz... prima o poi, quando capirò in che parte del globo abito, mi toccherà avere anche quella se dici che è tutta un'altra storia! Grazie per il suggerimento, AAARGHHH :-D

    La carogna sta facendo ciao ciao con la zampa, sta praticamente scansionando l'intera popolazione, e se vede una bandiera sbagliata parte lo sguardo inceneritore.
    Sente però di avere qualcosa da dire, nonostante tutto.
    Sta cercando il materiale per esprimere quel che ha dentro in uno dei prossimi post, e se non lo troverà lo descriverà a parole.

    Oh sìììì, la creatura è l'orgoglio di tutti noi!!!!
    Meno male che c'è lei a fare la parte di chi non è su FB (è l'unica volta in cui mi dispiace davvero non avere un account!)

    Ah sì ha letto l'Iliade? Perfetto! :P

    Noi grifoni siamo già bellici di nostro, la lettura dell'Iliade può solamente aiutare.

    Vai creatura e vendicaci col sangue!!!!

    ReplyDelete
  8. @ Virò: grazie del suggerimento!
    Sembra un buon compromesso fra qualità e velocità di cottura.
    Devo confessare una cosa, ho un bruttissimo rapporto con le pentole a pressione, però prima o poi dovrò iniziare a superare questa "paura" :-D

    E benedetta la moglie di quel falegname che lo ha spinto a creare la Microplane con la minaccia di fregargli le sue raspe! :-D

    @ Chiara: ma sai che la prima cosa a cui ho pensato, prima di leggere il messaggio, è stato: "Eccheddiamine 'sta qua ha un avatar che sembra disegnato da Chiara!!!!" O__O

    Meno male che eri tu, stavo per preoccuparmi ^^

    Sono felice che le mie ciambelle ti siano venute bene! :-)
    Oh sì coi donut puoi giocare tantissimo, sia coi gusti che coi colori, e tu problemi di questo tipo non ne hai proprio!!!
    La prossima volta ricordati di fotografare :P

    Ora vengo a curiosare sul tuo blog parallelo!

    @ Zeb: yes, since you have those lemons as well, better if you use them now! The recipe is simple ;-)

    @ Gunther: ti ringrazio tantissimo, te ne offro volentieri un piatto virtuale :-)

    @ gigadea: ringrazio tanto anche te, ed ecco un piatto virtuale ancora bello fumante :-)

    Sai che hai veramente ragione per quel che riguarda "Il senso di Smilla per la neve"?
    E' un libro agghiacciante, perfetto per l' estate!!!!! :-D

    ReplyDelete
  9. Il limone è l'unica cosa che mi è rimasta in bocca dopo aver letto questo articolo. LO VOGLIO!!!
    Bella l'idea della pentola a pressione.
    Dunque la tua grattugia viene dagli USA? Sacré voyage!

    ReplyDelete
  10. Complimenti per il blog ti seguo a presto ciao

    ReplyDelete
  11. @ Auramaga: psss psss zebulon dovrebbe averne ancora uno di quei limoni, ma se non glielo rubi stanotte temo che domani sia troppo tardi :-D
    Chissà magari un giorno riesco ad atterrare al CDG con uno di quei limoni in valigia!
    Oppure potrei partire con 20 kg di limoni, e fare i soldi per le strade di Parigi vendendo il giallo agrume!!! :-D

    Purtroppo il viaggio dagli Usa a Parigi la Microplane l'ha fatto senza di me, argh!

    @ nitte: grazie e benvenuta!!! :-D

    ReplyDelete
  12. Secondo me hai tutto il materiale per mettere su un'attività + che redditizia. Import-export di limoni.

    ReplyDelete